AlpinismoPareti

Team francese e la traversata invernale delle Alpi

L’alpinista e parapendista francese Julien Irilli, ha intrapreso il 18 gennaio una traversata invernale delle Alpi, in compagnia dei connazionali Xavier Cailhol e Lucie Viguet,e del quattrozampe Iron Dog.

Idea nata al termine della traversata estiva dell’arco alpino realizzata da Julien in soli 44 giorni tra luglio e agosto 2019. Un bel viaggio dalla Slovenia a Monaco, portato a termine combinando piedi e parapendio. Questa volta il tempo previsto per completare l’impresa è di 90 giorni. I chilometri da percorrere saranno invece 1.200, partendo dalle Dolomiti per raggiungere in successione Pizzo Badile, Eiger, Cervino, Grandes Jorasses e scendere verso Nizza.

Come si legge nella presentazione sulla pagina Facebook di Xavier Cailhol, l’intenzione è quella di divertirsi “arrampicando, volando, sciando, rotolando, camminando, etc. A modo nostro!”. O come ha sintetizzato Irilli, “in modalità mi sposto con tutti i mezzi non motorizzati che controllo. Unico mezzo motorizzato incluso nel pacchetto sarà il Blacksheep van di appoggio.

Tra gli obiettivi di questa traversata invernale troviamo anche delle celebri pareti da scalare. 6 o 8 secondo le condizioni che si troveranno ad affrontare nelle prossime settimane. Nella lista compaiono la trilogia delle Nord di Cervino, Eiger e Grand Jorasses nonché la Nord dell’Ailefroide. E ancora la via Cassin al Piz Badile e la Directissime su La Meije.

Un viaggio da sogno

“Si tratta di una traversata delle Alpi e non di un oceano lontano. Gli unici mari che incontreremo saranno i mari di nuvole. L’ unica umidità che incontreremo sarà pioggia e neve”, si legge in una riflessione di Caihol alla vigilia della partenza.

“Un viaggio inizia dai propri sogni. Domani ci prenderemo per mano e andremo a passeggiare lungo queste montagne. Saremo via per tre mesi. Ci sposteremo attraverso le Alpi. Attraverso una moltitudine di paesaggi, attraverso tanti volti, attraverso così tante cose. Prenderemo i nostri sogni e li confronteremo con la realtà. Li metteremo nella nostra borsa, li strapazzeremo e poi li stireremo. Allo stesso tempo abbiamo intenzione di condividerli, di scambiarceli, di farne germogliare alcuni e abbandonarne altri. E ancora abbiamo intenzione di vivere pienamente le Alpi dalle Dolomiti a Nizza. E già solo per questo, è un viaggio da sogno”.

Il team francese è partito dalle Dolomiti sabato scorso. Ad accompagnarli alla partenza, come si vede bene nel primo video realizzato da Xavier in Dolomiti, un bel sole. E temperature decisamente rigide, al punto che “anche il gasolio si è congelato”.

Anche la successiva tappa in Marmolada è stata all’insegna del bel tempo. Decisamente fortunati i ragazzi!

“Ci siamo divertiti a salire la via ‘Don quixote’, sulla parete Sud della Marmolada – ci ha raccontato Xavier – . Siamo arrivati praticamente senza conoscere le condizioni della parete. Quindi ci siamo portati il necessario per bivaccare. Una borsa con dentro circa 10 Kg di attrezzatura. Abbastanza pesante per salire una lastra così! Alla fine avevamo i piedi dolenti. Siamo riusciti a chiudere la via in 8 ore. Dopo una prima calata abbiamo trovato un bel pendio da cui scendere con gli sci e da lì siamo volati giù, raggiungendo Lucie e le nostre bici. Una giornata lunga ma spettacolare”. 

Tags

Articoli correlati

Un commento

  1. Gasolio normale, normale con additivo antigelo , con percentuale di benzina o artico??
    Recente esperienza: fornelletto a capsula con butano…sembrava vuoto.Invece svitato il contenitore della capsula e’ uscito zampillo allo stato liquido senza evaporare.Temperatura meno 2.
    Consultato il web…infatti confermato che il butano a zero gradi non evapora.Meglio allora i forneleltti speciali a benzina o combustibile solido ” meta”.Per i mezzi di trasporto la benzina non tradisce a basse temperature nostrane .Pure l’olio motore e del cambio..si aggrumano..Chissa’ come se la cavano i tanto esaltati motori elettrici a batterie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close