Meteo

Nevicate, allerta valanghe su tutte le Alpi

Nevica su gran parte dell’arco alpino. In Piemonte e Valle d’Aosta gli accumuli di fresca in quota sono di 60/80cm, fino a un metro nelle valli di confine. Anche nel settore retico e dolomitico non smette di nevicare con la quota neve attorno ai 1000m; più alta (1400/1700m) sulle Prealpi grazie al vento di Scirocco.

A causa del terreno non ancora gelato, gli alberi non hanno retto il peso della neve. Si segnalano pertanto diversi disagi, che si sommano a quelli di metà settimana in Alto Adige, sulle Alpi occidentali, dove diverse strade sono interrotte. Problemi anche alla linea elettrica in molte zone.

Previsioni di oggi e weekend

Nella giornata odierna, le precipitazioni caleranno di intensità nel settore occidentale, aumentando però su Trentino, Alto Adige, Dolomiti venete e friulane con abbondanti nevicate oltre i 600m sui confini alto atesini, 1000m altrove, fino a 1400m su Carnia e Giulia dove sono attesi anche forti temporali. Limite neve in rialzo a 1000/1200m in serata anche sul Trentino. In serata è atteso un nuovo intensificamento, con quota neve a 1000m, sulle Alpi lombarde e occidentali.

La neve non dovrebbe mollare la presa nemmeno nel weekend.

Pericolo valanghe

Le precipitazioni di questi questi giorni stanno creando un manto nevoso poco consolidato con accumuli di neve ventata e lastroni. In diverse Regioni il pericolo valanghe è oggi fissato sul grado 4, forte. Questo significa che sono possibili distacchi valanghiferi spontanei o favoriti da lievi solleciti, come il passaggio di un singolo escursionista o sciatore.

Si raccomanda quindi di consultare i bollettini meteo e valanghe locali prima di intraprendere qualsiasi attività. Per l’Italia si consiglia AINEVA o Meteomont, per la Svizzera quello del SLF.

Sebbene il fascino del paesaggio solleciti l’attività escursionistica, per apprezzarne l’incanto bisogna ricordare che il manto nevoso può presentare numerose criticità, richiede un’analisi attenta e una oculata preparazione delle escursioni. Per muoversi in sicurezza in un ambiente invernale bisogna avere il giusto equipaggiamento e una preparazione adeguata, in particolare occorre avere con sé e anche sapere utilizzare i dispositivi di soccorso Artva, pala e sondascrive in una nota il CNSAS lombardo.

A tal proposito, ricordiamo che non solo gli sciatori che praticano fuoripista (freeride o scialpinismo) devono avere con sé un equipaggiamento di sicurezza, ma anche chi pratica attività escursionistica su neve.

La raccomandazione è di andare in montagna con prudenza e buon senso.

Tags

Articoli correlati

Un commento

  1. Bisogna saper aspettare.Se il manto si consolidera’congelandosi, sara’ pur sempre un buon anticipo di stagione sci escursionistica.Se invece si fondera’, saranno cavoli: ..alluvioni, smottamenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close