• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Arrampicata

Giovani climber da 9a, Davide Bassotto sale “Condé de Choc”

9A, climber
Davide Bassotto su “Condé de Choc”, il suo primo 9A – Foto Instagram @Davide Bassotto

A poco più di una settimana dall’annuncio dell’apertura della via “TEN”, 9a/9a+ a Vado di Sole (AQ) da parte del climber abruzzese Elias Iagnemma e del primo 9a (“Thunder Ribes”) di Alessandro Larcher ad Arco di Trento, giunge notizia di un’altra salita messa a segno da una delle promesse dell’arrampicata italiana under 30.

Il climber piemontese Davide Bassotto, classe 1998, ha difatti salito “Condé de Choc”, un tiro 9a a Entraygues, nel Sud della Franica, liberato nel 2006 da Anthony Lamiche.

Per Davide si è trattato del primo 9a in assoluto. Un sogno che si realizza.

Un ringraziamento all’autunno

“Il mio primo 9a in assoluto!”, si legge nel post esultante apparso sul suo profilo Instagram. “Ho iniziato a provare questo tiro prima dell’estate scorsa, in alcuni tentativi sono venuto a capo della prima parte chiamata Cordée de Choc, 8c+, più vicino ad un problema boulder che ad una via. Nella stessa giornata ho iniziato ad analizzare i movimenti della seconda sezione e mi sono reso conto che fosse davvero il mio stile di arrampicata!
Le condizioni stavano peggiorando a causa delle temperature estive, quindi ho dovuto aspettare. Nelle ultime due settimane di ottobre ho trascorso 3 giorni a Entraygues, mi sentivo molto bene su roccia e alla fine sono riuscito a scalarlo anche grazie alle temperature più basse”.

Davide l’inarrestabile

“Condé de Choc” rappresenta per Davide l’ultimo di una serie di successi conquistati l’uno dopo l’altro negli ultimi mesi, sia boulder che vie. Per citarne alcuni: “New Base Line” (8b+), “Dark Sakai” (8b) e “Steppenwolf” (8b) a Magic Wood, in Svizzera; “Murano low” (8b+) e “Minorenni a Carico” (8b) a Champorcher (AO).

Come spesso accade quando andiamo ad analizzare le origini di questi giovani campioni, alle spalle di Davide c’è la figura del padre Pietro Bassotto, ancora attivo nell’arrampicata sportiva. Passione intrapresa negli anni Ottanta e mai abbandonata, tanto da salire lo scorso anno a Gravere (TO) il suo primo 8c, “Extrema cura”, all’età di 55 anni.

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.