• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Arrampicata

Ghisolfi, Ondra e Megos pronti all’attacco della King Line (9b+) di Arco

stefano ghisolfiFoto FB @Stefano Ghisolfi

I giorni sulle pareti trentine con Adam Ondra nelle scorse settimane hanno rappresentato un forte stimolo per Stefano Ghisolfi che, insieme al campione ceco, ha deciso di riprendere in mano (e possibilmente portare a termine) un progetto ad Arco (TN) avviato insieme qualche anno fa.

Trattasi della King Line, la “linea del re”. Una via che, ai loro occhi esperti, risulta impossibile da completare in pochi giorni. Un progetto che necessita quindi di tempo, pazienza e tenacia.

Caratteristiche della King Line

Il progetto si chiama King Line perché è “la via più bella e difficile” della falesia di Laghel, come si legge nel post pubblicato sui social da Ghisolfi per annunciare la ripresa del progetto.

“In sintesi tocca salire interamente la Queen Line (un complesso 9b) e da lì ha inizio il passaggio chiave (circa 15 movimenti). Ho fatto un paio di tentativi sulla seconda parte della via e ho immaginato il 90% dei movimenti da sostenere. Penso di poter affrontare ogni singolo movimento del passaggio chiave, fatta eccezione per uno che rimane un mistero. Ma la cosa più scioccante che ho realizzato ieri è che, a paragone con King Line, Perfecto Mundo sembra una passeggiata nel parco”

La squadra pronta ad affrontare la “linea del re” è composta da 3 membri di alto livello. Stefano e Adam saranno affiancati dal tedesco Alexander Megos. “Un team 9b+”, come lo ha definito Ghisolfi. Tutti e tre pronti a “combattere insieme contro la bestia”.

A.A.A. Cercasi volontari per la King Line

Il progetto, chiarisce ancora Stefano, è da considerarsi free, a libero accesso. “Se c’è qualcuno interessato a mettere su una squadra di 3 persone può unirsi a noi!”.

Queen Line, il primo 9b di Arco

La Queen Line rappresenta il primo 9b di Arco aperto sulla falesia di Laghel nell’aprile 2017 da Adam Ondra, dopo alcuni giorni di tentativi falliti.

Un monotiro di 20 metri in un settore strapiombante (composto da tre linee) chiodato da Diego e Mauro Mabboni. Quest’ultimo, lo ricorderete, lo abbiamo ritrovato la scorsa settimana nel 32esimo episodio di “Adam Ondra Road To Tokyo”, dedicato alle prime salite della Cupola (8c) e Adafano (8c/8c+), a San Giovanni (TN).

La Queen Line è stata poi ripetuta da Ghisolfi nel febbraio 2019.

Adam aveva definito nel 2017 la via come un “9b duro”. Dieci metri intensi sulla linea centrale del settore, con termine sulla destra. Mai difficile quanto la King Line, che rappresenta la prosecuzione diretta della Queen, senza spostarsi verso destra, fin da subito valutata potenzialmente come 9b+.

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.