Libri

“Il bambino e la montagna”, una storia di rispetto per la natura

La copertina del libro

Rispetto per la natura. È questo il significato profondo che vuole lasciarci Torbjørn Ekelund con il suo romanzo “Il bambino e la montagna” (Ponte alle Grazie, 2019). Un padre e un figlio insieme nell’immenso Nord, dove ancora si può sentire il rumore forte della natura. Le pagine rispettano, ma non idealizzano il territorio immenso della foresta. L’autore sa bene, e lo racconta, quanto l’ambiente possa essere pericoloso. Il libro infatti parte infatti dalla storia vera di Hans Torske, bambino di sei anni scomparso nel 1894 tra i boschi dello Skrim, nella Norvegia del Sud. All’epoca la scomparsa del piccolo destò grande scalpore, lo cercarono in molti e per molto tempo. Quando però lo trovarono non ci fu più nulla da fare.

Affascinato a colpito da questo accadimento Ekelund si è molto documentato decidendo poi di mettersi sulle tracce di questa storia insieme ad August, il figlio di sette anni, in quella che hanno deciso di chiamare “spedizione”. Un viaggio nei boschi della Norvegia, ma forse ancora di più un viaggio interiore per l’autore. L’incontro tra due generazioni, il differente modo di percepire il territorio che unisce un padre e un figlio. “La natura non è buona” è poi la conclusione che trae Torbjørn. “È impenetrabile, esiste al di là dei nostri concetti morali. È senza colpa proprio come lo è un bambino piccolo. Se un bambino si perde e muore in una zona montuosa e deserta, non si può rimproverare la montagna, il bosco o la torbiera”. La natura è indifferente, ed è questo che ci attrae, spiega l’autore. Ci affascina, come ci intimorisce. La natura merita rispetto.

Il libro scorre via in poche ore. È quasi difficile staccarsi dalla lettura dopo averlo iniziato. La scrittura è curata e semplice. Un libro per ragazzi, ma che potrebbe soddisfare anche un adulto in cerca di una lettura leggera e veloce.

 

Titolo: Il bambino e la montagna

Autore: Torbjørn Ekelund

Editore: Ponte alle Grazie

Prezzo: 13 €

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close