• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Arrampicata

Yosemite. Alex Honnold torna su “Pineapple Express” per realizzare la seconda salita in libera di “El Niño”

Messo da parte lo smoking e superata la paura del tappeto rosso, Alex Honnold torna in parete con una nuova grande salita, naturalmente su El Cap!

Il 10 giugno, in compagnia di Brad Gobright, è tornato sul campo per completare una faccenda in sospeso.

Ricordate la “Pineapple Express“, variante di tre tiri di “El Niño”, la celebre via aperta in libera nel 1998 dai fratelli Alexander e Thomas Huber, a sua volta variante di “North America Wall“, prima via aperta sulla parete Sud Est di El Capitan in Yosemite senza corde fisse a opera di Yvon Chouinard, Tom Frost, Chuck Pratt e Royal Robbins nell’ottobre del 1964?

Giusto per fare un recap, nel 2017 Alex Honnold e Sonnie Trotter identificarono “Pineapple Express” come una variante utile per by-passare un tratto di “El Niño” rimasto inscalabile in libera durante l’apertura della via, una sezione estremamente liscia ribattezzata “Man-Powered Rappel”. Tre tiri nuovi (12°, 13° e 14°) paragonabili a quelli della variante originale, che avrebbero dunque consentito di salirla completamente in libera. Per mancanza di tempo di Trotter nel 2017 e per impegni di Honnold nel 2018, la nuova variante è rimasta in stand by fino al novembre 2018, quando Sonnie ne ha completato la salita in cordata con Tommy Caldwell in sole 13 ore.

Poteva mai Alex Honnold abbandonare l’idea di tentarne anche lui la salita?

In coppia con Gobright ha impiegato 14 ore e mezza per raggiungere la cima, completando così la seconda salita completa in libera di “El Niño”.

Secondo voi si accontenterà di aver impiegato un’ora in più rispetto a Tommy Caldwell? Staremo a vedere!

 

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.