• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Curiosità

#Sisipuòfare. Realizzato lo spettacolo comico da record al campo base dell’Everest

sisipuòfare, ciclismo, everest, comicità, nepal, paolo franceschini, admoUn selfie di Paolo Franceschini con i suoi spettatori d’alta quota – Foto FB @Paolo Franceschini

Ad inizio anno vi avevamo raccontato la storia di un gruppo di amici, Cristiano Sabatini, Daniele Sala, Stefano Marrini, Davide Santini, Paolo Franceschini, Diego Poggiolini e Giacomo Galliani, pronti a partire per il campo base della più alta vetta terrestre, in bici.

Un’avventura avviata in collaborazione con ADMO Lombardia, accompagnata dall’hashtag #sisipuòfare.

Ricorderete forse un particolare della vicenda, ovvero che nel team fosse presente un comico. Obiettivo di Paolo Franceschini, il “simpaticone” del gruppo, non era soltanto il raggiungimento a pedali dell’Everest ma anche l’entrata nel Guinness dei Primati grazie alla realizzazione dello spettacolo comico-sostenibile più alto del mondo.

Ebbene Paolo ce l’ha fatta.

SI, L’HO FATTO DAVVERO!” – si legge nel post carico di emozione apparso il 25 aprile sulla sua pagina Facebook – “Siamo arrivati al Campo Base, sono riuscito a fare lo show davanti ad un pubblico formato dai miei compagni di avventura, da nepalesi, israeliani, neozelandesi, indiani e altri 2 ragazzi italiani conosciuti qui. Lo show è registrato ufficialmente a 5270m. Una fatica del genere non credo di averla mai patita, ma che FI-GA-TA!!!”.

La documentazione relativa all’evento dovrà ora essere sottoposta al direttivo del World Guinnes Record, dalla cui approvazione dipenderà la successiva ufficializzazione dello show più alto del mondo.

Tra gli spettatori d’alta quota anche Kami Rita Sherpa, il Guinness World Recordman di scalate Everest, pronto a salire in vetta per la 23esima volta proprio in questi giorni.

Il viaggio del gruppo #sisipuòfare è iniziato il 17 aprile con l’arrivo in aereo a Kathmandu. Da lì i sette amici sono saliti in sella, seguiti da due cameramen, e hanno raggiunto Lukla per poi compiere il classico trek al campo base. Un percorso di 12 giorni tra salita e discesa, con alcune tappe iniziali per acclimatarsi. Lo spettacolo comico di Franceschini è stato atteso dalla comunità locale come forse neanche lui stesso si aspettava. La TV nepalese gli ha addirittura dedicato uno spot televisivo, che vi mostriamo al termine dell’articolo.

Siamo anche i primi della storia ad aver raggiunto il Campo Base in bici” – scrive ancora Paolo nel suo post del 25 aprile.

Anche questo primato ancora va analizzato e validato ma una certezza c’è: va a loro il merito di aver mostrato un modo alternativo di vivere l’alta quota, in cui oltre alla giusta attrezzatura si è sottolineato quanto nei bagagli sia importante inserire anche una buona dose di risate.

Articolo precedenteArticolo successivo

2 Comments

  1. Prossimamente partirò per il campo base dell’everest saltellando con una sola gamba! i giorni dispari sulla sinistra e i giorni pari sulla destra… così farò anch’io un record!!! Che mondo di m….!!
    FI-GA-TA!!!

  2. seh hai voglia pedalare per compensare le emissioni di CO2 dell’aereo… se volevano fare qualcosa di sostenibile dovevano farlo nelle montagne attorno a casa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.