• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
News

Una passeggiata in vetta al Semprevisa per ricordare Daniele Nardi

Un Daniele Nardi con le braccia alzate al cielo, un sorriso di vittoria, i capelli scompigliati come sempre al termine dei suoi allenamenti in montagna e impresso sullo sfondo blu del cielo dei monti Lepini il messaggio che ha voluto lasciare al piccolo Mattia durante la sua ultima intervista alle Iene, rilasciata prima di partire per il Nanga Parbat: “Non fermarti, non arrenderti, datti da fare perché il mondo ha bisogno di persone migliori che facciano sì che la pace sia una realtà e non soltanto un’idea….vale la pena farlo”.

Questa l’immagine scelta per lanciare una iniziativa in programma domenica 31 marzo, promossa dagli amici del “primo alpinista nato al di sotto del Po ad aver scalato l’Everest e il K2”, scomparso tragicamente sul Nanga Parbat poche settimane fa insieme al compagno Tom Ballard, nel tentativo di scalare lo Sperone Mummery in inverno.

Una passeggiata fino in vetta al Semprevisa, la montagna di casa, sulle cui pendici Daniele si avventurava fin da ragazzino, diventata negli anni punto di riferimento per gli allenamenti quotidiani, così amata da sceglierla come luogo in cui celebrare il suo matrimonio con Daniela due estati fa. Uno scenario che i suoi follower hanno imparato a riconoscere negli anni, nei tanti video girati durante le sue corse, col volto sudato, sorridente e un po’ di giusto fiatone.

L’evento del 31 marzo sarà aperto a tutti. La partenza è prevista per le ore 9 dal fontanile  di Bassiano (LT).  A disposizione dei partecipanti anche alcune navette per raggiungere Campo Rosello. Alle 13 è prevista in vetta una cerimonia in memoria di Nardi.

Un’altra manifestazione in programma a Sezze, organizzata dal Coordinamento associazioni setine, sarà la fiaccolata in ricordo di Daniele e Tom prevista per sabato 23 marzo. Un chilometro circa di percorso con partenza alle ore 21 dall’Anfiteatro di Sezze e arrivo presso la palestra d’arrampicata nel centro sociale Ubaldo Calabresi dove verrà proiettato un video sulle avventure alpinistiche di Nardi.

Due eventi che fanno seguito alla giornata di lutto cittadino di venerdì 15 marzo, in cui Sezze si è fermata per ricordare la figura di Daniele, alpinista ma prima di tutto uomo. Una scelta, come dichiarato dal sindaco di Sezze Sergio Di Raimo, effettuata “interpretando i sentimenti di profondo dolore e sconcerto dell’intera comunità per la scomparsa dell’amato concittadino”.

 

 

Articolo precedenteArticolo successivo

1 Comment

  1. A volte i sogni costano caro, ma una vita senza sogni ė come morire lentamente.
    Ciao Daniele, sicuramente tuo figlio, quando ne avrá consapevolezza, non potrá che essere fiero di suo padre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.