News

Energia eolica, j’accuse di Mountain Wilderness

immagine

Bravo, anzi bravissimo! Finalmente la voce autorevole di Carlo Alberto Pinelli, padre-padrone di Mountain Wilderness, movimento per la difesa dell’ambiente montano, esce dal coro e denuncia l’orribile scempio. Si perchè i piloni dei "mulini eolici" erano uno scempio ieri e lo sono anche oggi. Brutti in città e brutti sulle coste, orripilanti sui crinali montuosi.

 
"Rifiutiamo i mostruosi mulini a vento dell’eolico. [..] Lo so bene, abbiamo predicato per decenni la necessità di favorire le fonti di energia alternative. E ora ci imbarazza, anche di fronte ai giudizi dell’opininione pubblica, fare marcia indietro su una di tali tecnologie".
 
Finalmente! Ce n’è voluto di tempo per un ragionamento logico e ineccepibile, un’autocritica dura seppur imbarazzata. Speriamo solo che l’imbarazzo delle ali più ideologiche e no-global del movimento ambientalista non ci costringa, a causa di revisioni sempre tardive o improbabili, a irrecuperabili ritardi nello sviluppo, sia pure rispettoso e attento dell’ambiente e dell’uomo.
 
Temi come l’energia, la competitività dei sistemi produttivi locali, della mobilità di merci e persone, sono drammaticamente all’ordine del giorno. Esigono, per essere affrontati, cervello, studio, e buon senso. A volte anche buon gusto.
 
Articolo completo su "Mountain Wilderness Notizie", N. 3/2005 pag.15.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close