News

Brown: vertice ostaggio di pochi paesi

immagine

LONDRA, Gran Bretagna — "Un pugno di paesi hanno preso in ostaggio i negoziati di Copenhagen, facendo sì che si arrivasse ad un accordo modesto". E l’analisi del premier britannico Gordon Brown all’indomani di quello che era stato anzitempo definito il vertice della svolta sul cambiamento climatico e che invece si è rivelato un sostanziale flop. 

Il un messaggio ufficiale reso noto oggi da Downing Street il primo ministri inglese attacca quei paesi che hanno a lungo "menato il can per l’aia" con l’obiettivo di far fallire il negoziato e le discussioni, arrivando all’impasse.  
 
"Non dovremmo mai più lasciare che un accordo mondiale destinato a portare a un futuro più pulito venga preso in ostaggio da un pugno di paesi" ha detto Brown. 
 
WP 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close