Scienza e tecnologia

Arriva il gene anti-congelamento, i raccolti ringraziano

immagine

SYDNEY, Australia –  E’ stato identificato il gene che permette all’erba di crescere nell’ambiente glaciale del Polo Sud. Ed è stato trasferito con successo a specie vegetali diverse. La straordinaria scoperta di alcuni ricercatori australiani apre le porte alla possibilità di proteggere i raccolti dalle gelate ed evitare la perdita di milioni di dollari ogni anno.

 
I ricercatori australiani della La Trobe University, guidati dal prof. German Spangenberg, hanno identificato, nell’erba polare chiamata “saltgrass”,  una speciale proteina che impedisce al ghiaccio di cristallizzarsi. Il processo di cristallizzazione sarebbe il responsabile della perdita dei raccolti, poiché provoca danni irreparabili ai tessuti delle piante.
 
Grazie ad una sofisticata operazione scientifica, i ricercatori sarebbero riusciti a trasferire il gene su una pianta “ospite” e avrebbero constatato che queste acquisivano la capacità di resistere fino a 30 gradi sottozero.
 
Il futuro della scoperta, che verrà presentata nei prossimi giorni alla conferenza Biotechnology 2006 di Chicago, è nella botanica, nell’agricoltura e nell’economia. Secondo alcune stime, il freddo e il gelo causerebbero una perdita di produzione agricola tra il 5% e il 15% della ogni anno a livello globale.
  
Sara Sottocornola

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close