News

Attentato in Pakistan: oltre 40 morti

immagine

PESHAWAR, Pakistan — Un attentato dinamitardo ha scosso le montagne del Pakistan settentrionale. Nell’esplosione di una bomba caricata a bordo di un autobus sono morte 42 persone e i feriti sarebbero almeno un centinaio. 

L’attentato è avvenuto a Peshawar, turbolenta cittadina ai piedi del mitico Kyber Pass. Secondo quanto raccontato da un ufficiale della polizia locale, Muhammad Khan, un minibus è esploso su una strada adiacente al famoso bazar Khyber.

Secondo le prime informazioni, tutte le vittime si trovavano a bordo del minibus al momento della deflagrazione.

Nel frattempo non cessano gli scontri fra talebani e soldati della Nato. Gli attentati vanno spesso oltre il confine afgano e colpiscono anche zone del Pakistan. Ieri c’è stato un attacco contro i rifornimenti per le truppe Nato.

Sei camion con carburante e beni destinati all’Isaf sono stati attaccati nella Provincia della Frontiera del nordovest da insorti islamici. Lo ha annunciato la polizia.

"Sei veicoli sono stati incendiati, vicino a Toor Baba, un quartiere alla periferia di Peshawar", ha detto all’Afp un ufficiale della polizia Asghar Hussain.

I talebani pachistani attaccano regolarmente i convogli destinati alle forze internazionali che combattono contro i talebani afghani, dall’altra parte della frontiera. I camion, di una compagnia privata pachistana, sono stati dati alle fiamme prima dell’alba mentre erano parcheggiati davanti a un albergo e ad una stazione di servizio.

Questo il clima in cui cercano di lavorare le organizzazioni non governative e gli enti come il Comitato Evk2cnr che stanno tentando di portare sviluppo nelle aree rurali e poverissime del nord del Pakistan. Nello specifico, gli uomini di Da Polenza sono impegnati nella provincia di Gilgit con il progetto Seed.

WP

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close