News

CNSAS Veneto, in aumento gli interventi in montagna

L’attività e gli interventi del Soccorso alpino e speleologico Veneto relativi al 2016 sono stati presentati in una conferenza stampa tenutasi a Palazzo Ferro Fini, alla presenza dell’assessore regionale alla Potezione civile Gianpaolo Bottacin e alla sanità Luca Coletto.

Nelle parole del presidente del Sasv Rodolfo Selenati il resoconto delle 925 missioni, il 5% in più rispetto al 2015, per 1.006 persone soccorse, nonché i risultati delle collaborazioni frutto di una specifica convenzione con la Guardia di finanza, rappresentata oggi dal tenente colonnello Marco Tripodi, e con l’Arpav. “Ringrazio il Soccorso alpino per il lavoro quotidiano – ha sottolineato Bottacin – complementare a tutte le forze in campo: il Soccorso alpino in ambito impervio e ostile, la Protezione civile nell’antincendio, i Vigili del fuoco nelle emergenze tecniche e urgenti, per una sinergia ancora più efficace”.

L’assessore Coletto ha ringraziato da parte sua la componente sanitaria, i medici e i paramedici, evidenziandone la funzione precisa e mirata. Presenti oggi anche il direttore del Suem 118 di Treviso Paolo Rosi e del Suem 118 di Pieve di Cadore Giovanni Cipolotti. “Il Soccorso alpino significa puntualità e professionalità – ha precisato Rosi – è indispensabile e garantisce di arrivare in ogni luogo con una competenza elevatissima, al punto che possiamo affidare completamente determinati interventi”. “Il Corpo nazionale del soccorso alpino e speleologico a livello nazionale ha una professionalità che si potrebbe esportare – gli ha fatto eco Cipolotti – un’altra caratteristica da evidenziare, la capillarità della presenza del Soccorso alpino sul territorio che permette di raggiungere gli infortunati in ogni tipo di intervento”. 

I dati:

L’attività operativa svolta nel corso del 2016 dagli Organici del CNSAS Veneto in stretta sinergia operativa con le Centrali Operative del SUEM 118 della Regione del Veneto (Pieve di Cadore, Padova, Treviso, Verona e Vicenza) si è, dunque, attestata a n. 925 interventi, valore in aumento di circa il 5% rispetto all’anno 2015.

Gli interventi a carattere sanitario sono stati ben n. 901 con un aumento di circa +3,5 % rispetto l’anno precedente, passando dai 870 ai 901 interventi del 2016, gioco forza lo fa sempre il bel tempo che nell’anno 2016 ha saputo regalare molte giornate di sole ai frequentatori delle nostre montagne e del nostro bellissimo territorio della Regione del Veneto.

Per gli interventi a carattere di Protezione Civile, siamo passati dai n. 14 del 2015 ai n. 25 del 2016, con un aumento percentuale di circa +78 %, dovuto essenzialmente all’emergenza terremoto che nel 2016 ha colpito duramente le popolazioni del centro Italia.

Per quanto, invece, concerne il numero complessivo delle persone soccorse a vario titolo dal personale CNSAS, si è raggiunto il valore assoluto di n. 1006, con un aumento marcato pari ad un + 5.01 % rispetto alla stagione 2015 quando furono n. 958, dato che conferma l’aumento costante degli ultimi anni.

 Per il rapporto completo, QUI.
 
(Foto CNSAS Veneto)
Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close