News

Spopola la bevanda a base di coca

immagine

BOGOTA’, Colombia — Oltre tutti i pregiudizi occidentali. Gli indigeni colombiani coltivano da sempre la pianta di coca e oggi, dall’estratto delle sue foglie, si sono inventati una nuova bevanda, la Coca Sek, che in pochissimo tempo è diventata famosissima nello stato sudamericano.

Chi l’ha assaggiata ha detto che sembra limonata e che ha il sapore del thè ghiacciato. Introdotta nel mercato il 16 dicembre scorso la “Coca del sole” in pochissimo tempo ha spopolato in Colombia, vendendo in due mesi oltre 40 mila bottiglie nel solo dipartimento di Cauca.
Ad inventare la curiosa bevanda sono stati sono stati due cittadini colombiani di origine indiana, Fabiola Pinacue e David Curtidor. Per il momento la bibita è in commercio solo nello stato sudamericano perché la foglia di coca è proibita fuori dai confini colombiani. Gli Stati Uniti, dal canto loro, hanno già annunciato il deciso rifiuto a permettere la commercializzazione della Coca Sek nel loro territorio a causa della sua “componente pericolosa”. A questa dichiarazione, gli esperti colombiani hanno ribattuto dichiarando che anche la Coca cola, la più famosa bevanda statunitense, ha tra gli ingredienti alcuni componenti estratti dalla foglia di coca. Ma di questo non se ne hanno ancora prove certe.
La bevanda è preparata con le foglie di coca più ricercate e con un sapore pregiato chiamate “neogranadense”. Franklin Rios , responsabile dell’imbottigliamento del prodotto ha dichiarato di aver “cercato di rendere la Coca Sek il più naturale possibile, rifiutando qualsiasi tipo di colorante e qualsiasi agente chimico”.
E se nel mondo occidentale i pregiudizi nei confronti della coca avanzano, gli indigeni, dal canto loro, si sono dichiarati orgogliosi di coltivare una pianta che, ben diversa dalla cocaina, è considerata sacra dalla loro cultura. “Vengo da una cultura dove la coca è considerata qualcosa di benefico – ha detto Fabiola Pinacue”.
Elisa Lonini

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close