Alpinismo

Nives e Edurne pronte per la cima

immagine

KATHMANDU, Nepal — Sono pronti all’attacco gli alpinisti ai piedi del Kangchenjunga, ottomila himalayano di 8.586 metri. Tra di loro, le due "lady degli 8000" Nives Meroi ed Edurne Pasaban, entrambe decise a intascare il loro dodicesimo ottomila. Secondo le ultime notizie, il tentativo di vetta dovrebbe partire intorno al 15 maggio.

"Siamo saliti fino a 7000 metri – racconta la Meroi sul suo blog -. E abbiamo passato una notte a campo 1, 6.600 metri di quota. Poi siamo tornati al base, qui nevica da due giorni mentre in alto soffia un forte vento. Ci riposiamo in vista dell’attacco alla cima".

I due alpinisti tarvisiani sono arrivati al campo base del colosso himalayano una decina di giorni fa, dopo una serie di improvvisi cambi di programma che prima li ha visti virare verso la Sud dell’Annapurna e poi, viste le pessime condizioni della parete, tornare di nuovo verso il Kangchenjunga.

La Pasaban, invece, si trova al campo base già da qualche settimana e con il suo team ha attrezzato la via di salita. Ha già trascorso due giorni a campo 3, 7.200 metri, per perfezionare l’acclimatamento in vista della cima.

"Sono stati giorni duri – racconta l’alpinista – c’era molto vento e la neve entrava nella tenda. Ma sono serviti per abituarsi alla quota e da lì ho potuto osservare la via verso la cima. E’ davvero lontana. Installeremo campo 4 a 7.800 metri, ma anche da lì la strada sarà lunga e difficile. Continua a tornarmi in mente la salita al K2, a come è stata dura, ma cerco di restare tranquilla: abbiamo lavorato molto e bene. Non ci resta che sperare nel tempo".

Sara Sottocornola

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close