• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Primo Piano, Ricerca

Sul Kilimangiaro nuove risposte contro le cardiopatie

image27 ricercatori, tra i 20 e i 60 anni di età, per una spedizione di 11 giorni sul Kilimangiaro, in Tanzania: non è una nuova impresa alpinistica, ma la collaborazione tra i laboratori della Philips, la celebre azienda elettronica olandese, e la Mayo Clinic, organizzazione medica no-profit che gestisce con grande successo più di 70 ospedali e cliniche in America.

Obiettivo della ricerca è stato trovare la correlazione tra l’ipossia, cioè la carenza o privazione di ossigeno, e le patologie cardiopolmonari, per poi sviluppare trattamenti e terapie più efficaci per quest’ultime. Con l’aumento di altitudine, i ricercatori hanno sperimentato la naturale disfunzione cardiaca e polmonare indotta dall’ipossia, che assomiglia molto agli effetti di alcune patologie come l’infarto, la bronco pneumopatia cronica ostruttiva (BPCO) o l’apnea notturna.image-1

“È ancora troppo presto per entrare nel dettaglio” ha dichiarato a News Medical Marek Bartula, uno dei ricercatori partecipanti alla spedizione, perché è necessario analizzare approfonditamente i dati raccolti e verificarli; certo è, però, che in campo medico un altro passo in avanti sta per essere fatto.

 

Photo courtesy of News Medical

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.