• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Attualità, Meteo, Primo Piano

Valle d’Aosta: il Bollettino neve e valanghe istituzionale verrà diffuso tutti i giorni

di Denis Falconieri

AOSTA — Per la stagione invernale 2016/2017, il Bollettino neve e valanghe istituzionale della Valle d’Aosta verrà diffuso tutti i giorni: è questa la novità presentata ieri dalla Giunta regionale.
Consultabile al link www.regione.vda.it/bollnivometeo ed emesso dall’Ufficio neve e valanghe in collaborazione con Fondazione Montagna sicura, il Bollettino costituisce uno strumento che ha sia finalità di protezione civile (valutazione del pericolo valanghe in relazione alla probabilità di distacco spontaneo per la difesa di edifici, vie di comunicazione e infrastrutture, attraverso la previsione di eventi critici potenzialmente catastrofici in collaborazione con le Commissioni locali valanghe), sia finalità ricreative (valutazione delle condizioni del manto nevoso in funzione della probabilità di distacco provocato da parte di escursionisti, scialpinisti e freeriders).

Redatto in una versione rivisitata e pubblicato per le ore 16.00, il Bollettino darà preziose informazioni sulla previsione del pericolo valanghe per il giorno successivo a quello di emissione.
La ristrutturazione del Bollettino ha comportato l’eliminazione della parte tabellare dove venivano raccolti i dati nivometeorologici salienti, risultata, in seguito ad un sondaggio, poco leggibile e poco letta dagli utenti del Bollettino. In sostituzione della tabella saranno a breve rese disponibili delle mappe relative all’altezza della neve al suolo e della neve fresca, a 2000 m e a 2500 m, sul territorio regionale.

Il Bollettino neve e valanghe regionale viene redatto sulla base di una fitta rete di dati (circa 81 stazioni automatiche e 250 rilievi manuali a settimana) elaborati dai tecnici valanghe grazie a un’esperienza previsionale decennale, frutto delle collaborazioni con chi opera sul territorio, ovvero Guardie forestali regionali, Guide alpine, Agenti del soccorso alpino della Guardia di Finanza, personale dei comprensori sciistici, delle Commissioni locali valanghe, della Compagnia valdostana delle acque e del Parco nazionale del Gran Paradiso.

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.