Ambiente

Ecco i segreti del Lago di Piccolo

immagine

APRICA, Sondrio — Quali segreti nascondono le profondità del lago di Piccolo, gioiello alpino incastonato fra la Valtellina e la Valcamonica? C’è grande attesa, all’Aprica, per il convegno in programma per sabato 28 marzo, durante il quale verranno presentati i risultati dell’indagine condotta dai sommozzatori che lo scorso settembre hanno scandagliato i suoi fondali.

Il "Lago Pìcol", come viene chiamato in valle, sorge a 2.378 metri di quota, nella conca della Val Brandèt. Ha una superficie di 123mila metri quadrati e raggiunge una profondità di ben 60 metri: con queste misure, è probabilmente il lago alpino più grande della Lombardia.

Nel settembre del 2008, un gruppo di sommozzatori del North Underwater Explorers Team e dell’Adrenalin Diving hanno eseguito diverse immersioni nel lago, raccogliendo campioni e dati scientifici che negli scorsi mesi sono stati analizzati dai ricercatori di scienze ambientali. Le immersioni sono state anche oggetto di alcune ricerche mediche.

Domani, all’Aprica, i sommozzatori spiegheranno la logistica dell’indagine nel lago e verranno illustrati i risultati della ricerca. Durante il convegno verranno proiettate le raccolte fotografiche della spedizione, i montaggi video, le interviste; illustrata la rassegna stampa e distribuito materiale divulgativo.

L’appuntamento è presso la sala consiliare del Comune di Córteno Golgi alle ore 16. Al progetto hanno collaborato la Dan Europe per la ricerca medica, la Graia per la ricerca ambientale, l’Ittica Acque, Soccorso Alpino e Speleologico, il Cai Aprica e il comune.
 

Sara Sottocornola

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close