News

Bolzano: il pornofestival delle polemiche

immagine
BOLZANO — L’argomento è di quelli che fa discutere. E divide politici e opinione pubblica in due categorie d’altri tempi: puritani e libertini. Certo è che quando si parla di festival del porno, gli animi si scaldano e parecchio. Soprattutto quando la suddetta manifestazione viene pagata con denaro pubblico.  

Accade a Bolzano, città dall’atmosfera a metà strada fra il mitteleuropeo e il sudtirolese, dove nei mesi scorsi tenne banco la "rana crocifissa" di Kippenberg, opera artistica di dubbio gusto, da molti considerata blasfema. Stavolta, invece, a finire nel mirino è un festival di opere cinematografiche dichiaratamente porno. Tanto per far due esempi, verranno proiettati i film "Pornology, New York" di Michele Capozzi e "Pornocrazia" di Rocco Siffredi.
 
Insomma sul contenuto della rassegna ci sono pochi dubbi. Molti di più sul fatto di finanziarla con denaro pubblico. «Il comune neghi la sala e i contributi», hanno tuonato i crociati di Unitalia (partito a destra di An). Levano gli scudi anche gli altri esponenti del centrodestra: Forza Italia dice che è assurdo usare soldi pubblici per manifestazioni simili.
 
Il comune, retto dal sindaco Luigi Spagnolli (Partito democratico), replica di avere le mani legate (in senso metaforico). «Non potrei, anche volendo, negare la sala di proiezione visto che è parte integrante della sede di un circolo culturale, regolarmente affittato".
 
Quanto ai contributi al cineforum, ha spiegato il sindaco, nel 2008 l’Amministrazione ha versato 7.000 euro e ora si attende la relazione sull’attività del 2009, prima di decidere. Ma le giustificazioni non bastano e in Provincia sono fuoco e fiamme. "Non sono una bigotta – sbotta al Corriere dell’Alto Adige la vulcanica deputata azzurra Micaela Biancofiore – ma trovo indegno che gli enti pubblici finanzino il cinema porno".
 
Di opinione diametralmente opposta l’associazione organizzatrice della rassegna. Secondo cui "anche i temi più delicati servono alla discussione". E che discussione!
 
WP
 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close