News

Ponte con il sole, occhio alle valanghe

immagine

BERGAMO — Sarà un ponte dell’Immacolata all’insegna del sole e della neve fresca. Il meteo infatti sembra voler fare un regalo agli amanti delle piste e agli operatori turistici delle Alpi: oggi e domani in molte località d’alta quota continuerà a nevicare, mentre da sabato tornerà il sereno e le temperature saliranno leggermente. Niente di meglio, insomma, per un weekend sugli sci. Ma occhio ai fuori pista: il pericolo valanghe è marcato 3.

Negli ultimi anni il ponte di Sant’Ambrogio è stato il punto di partenza per l’apertura di molti comprensori sciistica: sulle piste non si vedeva tanta neve e circolavano per lo più solo gli amanti degli sci che non potevano più attendere le nevicate. Quest’anno invece le montagne alpine sono già tutte bianche e la stagione sciistica è già iniziata da alcune settimane.
 
Il meteo annuncia ancora neve tra oggi e domani in diverse zone dell’Arco Alpino, anche a quote basse, intorno ai 700 metri. Poi però da sabato la situazione dovrebbe migliorare, con cielo sereno e temperature massime in lieve aumento.
 
Sulle piste da sci insomma la neve sarà fresca e abbondante: quasi ovunque il manto è alto tra il metro e il metro e mezzo, sulle Dolomiti e sulle montagne lombarde in alcune zone raggiunge e supera anche i 2 metri.
 
E’ sconsigliato però il fuori pista, perchè il pericolo valanghe è marcato 3 quasi d’appertutto, e in aumento nelle prossime ore soprattutto in Trentino, Alto Adige e Val d’Aosta, dove sono più probabili ulteriori precipitazioni. Lo strato di neve fresca infatti, potrebbe essere reso particolarmente instabile dal rialzo delle temperature. Le possibilità per escursioni sono quindi limitate ed è richiesta molta prudenza. Già con un debole sovraccarico è possibile provocare un distacco di neve.
 
E oltre alla valanghe attenzione anche al traffico. La Protezione civile e l’Anas mettono in guardia infatti, dai possibili disagi alla circolazione durante il ponte dell’Immacolata. Bollino nero per le giornate del 6 e dell’8 dicembre. Sconsigliano in particolar modo il rientro al lunedì pomeriggio.
 
 
Valentina d’Angella

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close