News

Un montanaro attraversa l’Atlantico a remi

immagine

APRICA, Sondrio —  Si chiama Alex Bellini, è valtellinese ed è partito da Genova lo scorso 18 settembre per attraversare a remi, in solitaria, il Mare Mediterraneo e l’Oceano Atlantico. Senza appoggio e senza scalo. Il suo arrivo è previsto tra qualche giorno in Brasile.

Non è la prima volta che si sente parlare di lui. Ci stava provando da due anni, il giovane camuno, a raggiungere il Brasile in barca. Ma sinora non aveva incontrato il favore del destino.
  

Nel 2004 era stato costretto a rientrare dopo poche ore a causa delle cattive condizioni meteorologiche che gli impedivano di uscire dal golfo di Genova. Era ripartito poco dopo, per riuscire a raggiungere solo l’isola di Formentera, complici il maltempo e un guasto al sistema GPS di navigazione.

Stavolta, il giovane marinaio con un passato tra lo sci e gli sport estremi, è arrivato al largo del Brasile. Mancano meno di mille miglia alla costa, che dovrebbe essere raggiunta nella prima metà del mese di aprile.

 

Ha remato 14-16 ore al giorno per oltre sei mesi. Ha percorso quasi  8300 km in mare aperto. E’ il primo italiano che si imbarca in un’impresa del genere. E non è figlio di generazioni di marinai: è nato 27 anni fa  a Edolo, nel centro della Valcamonica, e vive in Aprica.

Ma la sua non è solo di un’impresa sportiva di altissimo livello. Bellini vuole celebrare il suo arrivo nel migliore dei modi immaginabili: consegnando al responsabile locale i fondi raccolti con una specifica campagna di beneficenza, che è durata quanto questo lungo viaggio. I destinatari sono i bambini di strada della Cittadella Cieldi Fortaleza.

 

Sara Sottocornola

 

 

 

 

 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close