News

Tutto pronto per il Cimaganda blocfest

immagine

SAN GIACOMO FILIPPO, Sondrio — Grande festa, tanta musica, slackline e soprattutto arrampicata sui massi. A Cimaganda il prossimo fine settimana si terrà una due giorni all’insegna del bouldering sui famosi massi della località della Valle Spluga. Tanti i blocchi da salire: da quelli delle zone del Pratone e del Torrente a quelli dell’area della Frana. Ce n’è per tutti i gusti.

Sabato 4 e domenica 5 ottobre i massi di Cimaganda tornano protagonosti del mondo del boulderning. Famosi fin dagli anni ’80,  non sono di granito, ma di gneiss compatto. Qui i boulderisti arrampicano su muri e strapiombi con appigli ed appoggi netti, oppure in fessure, mentre più rara è la possibilità di scalate in aderenza.
 
I massi di Cimaganda, molti dei quali si sono staccati dalla montagna a seguito della grande frana caduta dal sovrastante versante Ovest del Motto di Bondeno, sono stati per molto tempo luogo d’elezione del bouldering. Così il comune di San Giacomo Filippo, in collaborazione con gli arrampicatori e valorizzatori dell’area, ha pensato di organizzare il "Cimaganda Bloc Fest", un’occasione di festa per far riscoprire agli amanti del sassismo questa vasta area della Valle Spluga.
 
Prevalentemente i passaggi più classici si trovano nel settore di frana, mentre altri passaggi sono stati saliti sui blocchi posti nei tornantini della strada fra Lirone e Cimaganda. Moltissimo resta però ancora da fare soprattutto nella parte alta e nel settore destro della conoide di blocchi. Diversi di questi progetti saranno mostrati durante il raduno.
 
Il Cimaganda blocfest naturalmente non sarà solo bouldering, ma promette divertimento a 360 gradi. Sabato sera infatti, ci sarà una grande festa a base di musica, ricco buffet o cena all’agriturismo, per un immancabile piatto di fumanti pizzocheri della Valchiavenna.
 
Durante la serata sarà allestito poi un circuito di slackline: i boulderisti si sfideranno in una gara di equilibrio con premi ai vincitori.
 
 
 
 
Valentina d’Angella
Foto courtesy of Boulder.it

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close