News

Jetman sorvola la Manica

immagine

CALAIS, Francia — Ce l’ha fatta Yves Rossy, è il primo uomo sulla terra ad aver sorvolato la Manica con ali a propulsione a jet direttamente applicate sul dorso. Il pilota svizzero, che aveva dovuto rimandare il volo due volte a causa del cattivo tempo, oggi infine è riuscito ad atterrare a Dover, in Inghilterra, dove una folla di giornalisti e curiosi lo aspettava da ore.

L’incredibile impresa era in programma per questa mattina, ma il maltempo lo aveva fermato. Non per molto però, visto che oggi pomeriggio, non appena il cielo si è aperto a sufficienza, Fusion Man ha spiccato il volo da Calais, in Francia ed è atterrato a Dover, in Inghilterra.
 
Un volo da record quello del pilota elvetico Yves Rossy, perchè effettuato solo con ali a propulsione a jet direttamente applicate sul dorso. Lo svizzero qualche mese fa aveva già sorvolato le Alpi con piccole ali in carbonio da lui stesso brevettate, mentre oggi è riuscito a compiere l’impresa sul Canale della Manica.
 
Fusion man ha volato per 35 chilometri alla velocità media di 180 chilometri orari, con punte di 250. Per manovrare le sue ali, virare, mantenere l’assetto o fare resistenza ha potuto contare solo sulla sua forza fisica.
 
"Il progetto ha funzionato – ha dichiarato Rossy appena atterrato alla folla di giornalisti che lo aspettava sulla costa inglese – e ne sono felice perchè dimostra che un giorno sarà possibile per l’uomo volare così. Spero – ha aggiunto – che molti altri piloti proseguano questa esperienza ed inizino a provare le mie ali».
 
 
 
Valentina d’Angella
 
Foto courtesy of Corriere della Sera
             

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close