Cronaca

Sardegna: armi da guerra nell’ovile

immagine

NUORO — Nel luglio scorso era stato scovato, nel suo ovile sulle montagne del Nuorese, un vero e proprio arsenale da guerra composto da bombe a mano, fucili e munizioni. Ora è giunto il momento del giuzio per l’agguerrito allevatore di Orgosolo, che ieri è stato condannato a due anni e due mesi dai giudici del Tribunale di Nuoro.

I Carabinieri di Nuoro, due mesi fa, avevano sequestrato due bombe a mano di fabbricazione italiana, 300 munizioni da guerra e 400 cartucce comuni per pistola e fucili da caccia. Il cospicuo bottino e stato trovato in un ovile in località Isorrai, sulle montagne sarde. Colpevole del reato Giovanni Corbeddu, 53 anni allevatore di Orgosolo che aveva fatto diventare l’ovile delle sue pecore un arsenale da guerra.
 
L’uomo, arrestato e incarcerato, lunedì è stato giudicato con rito abbreviato dai giudici del Tribunale di Nuoro che lo hanno condannato a due anni e due mesi agli arresti domiciliari.
 
 
Emanuela Brindisi

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close