Cronaca

Cordata bloccata sul Pizzo d’Uccello

immagine

LUCCA — Una cordata composta da 3 alpinisti ieri pomeriggio è rimasta bloccata a causa del maltempo sul Pizzo d’Uccello, sulle Alpi Apuane. I tre uomini, tutti di Roma, hanno dovuto trascorrere la notte sulla montagna, in quanto i soccorsi non hanno potuto avvicinarsi per via delle condizioni meteo proibitive. Questa mattina finalmente sono stati tratti in salvo.

I tre alpinisti si trovavano ieri sulla parete nord del Pizzo d’Uccello, una vetta di 1781 metri nelle Alpi Apuane che cade a picco per 800 metri. I tre, tutti provenienti da Roma, hanno pernottato l’altro ieri nel rifugio della Val Serenaia, e ieri alle prime ore dell’alba hanno attaccato la via "Oppio-Colnaghi".
 
Nel pomeriggio però, mentre si trovavano legati in cordata a circa 40 metri dall’inizio della fessura diedrica, più o meno a due terzi della parete, sono stati colti da un temporale. Subito hanno chiesto aiuto al Soccorso alpino, ma le proibitive condizioni meteorologiche hanno impedito ai soccorritori di agire.
 
Il temporale non consentiva infatti all’elicottero Pegaso3 di avvicinarsi alla parete. Dopo aver valutato l’ipotesi, troppo rischiosa, di un recupero dalla vetta con la discesa della parete da parte delle squadre del Sast di Lucca e Carrara, alla fine i soccorritori hanno dovuto rassegnarsi ad aspettare l’alba di questa mattina.
 
Gli alpinisti quindi hanno trascorso la notte sulla montagna, in costante collegamento telefonico con le squadre del Soccorso alpino e speleologico toscano. Poche ore fa infine è arrivata la notizia dell’avvenuto salvataggio: i tre romani sarebbero stati trovati molto infreddoliti ma in buone condizioni.
 
 
 
Valentina d’Angella

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close