Cronaca

Escursionisti svizzeri salvati sull’Etna

immagine

CATANIA — Li hanno trovati stanchi, impauriti e disidratati, ma salvi. Si è conclusa nel migliore dei modi la disavventura di due escursionisti svizzeri di 24 e 26 anni che si erano persi sulle pendici dell’Etna.

A ritrovarli questa mattina, i militari del soccorso alpino della Guardia di finanza di Nicolosi. L’allarme era stato lanciato nella notte, dopo che i due si erano messi in contatto con la sede di Zurigo della Croce Rossa internazionale.
 
I due malcapitato sono stati individuati dopo cinque ore di ricerche in una zona sciarosa e impervia della Valle del Bove, nei pressi di Monte Calanna, sul versante di Zafferana Etnea. In quell’area il pendio lavico era molto scosceso. Le loro condizioni erano precarie. I due, stremati ma sani e salvi, sono stati prelevati e accompagnati a valle dai soccorritori, alla caserma di Nicolosi.
 
Una volta rifocillati, i due sono ripartiti per Taormina, per riprendere le loro vacanze in Sicilia.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close