News

Disinnescata bomba sull’Appennino

immagine

BOLOGNA — E’ stato trovato nel giardino di un’abitazione a Castiglione dei Pepoli, sull’Appennino bolognese, il residuato bellico rimasto inesploso da più di 60 anni. La bomba d’aereo di 500 libbre Usa, 220 chilogrammi circa, è stata disinnescata ieri mattina dagli artigicieri di Castel Maggiore.

L’ordigno bellico è stato scoperto durante dei lavori di scavo nel giardino di un’abitazione di Castiglione dei Pepoli, sulle montagne emiliane, in provincia di Bologna.
 
Si tratta di una bomba d’aereo di circa 220 chilogrammi e ieri in mattinata, senza particolari problemi, si sono svolte le operazioni di disinnesco dell’ordigno. A gestire la missione gli artificieri del Reggimento Genio Ferrovieri di Castel Maggiore, che dopo aver disattivato la bomba l’hanno spostata e fatta brillare.
 
Per precauzione durante le operazioni di disinesco sono state fatte evacuare 1500 persone nel raggio di 500 metri.
 
 
Emanuela Brindisi

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close