News

Nepal, elicottero precipita sulle montagne: 24 morti

immagine

KATHMANDU, Nepal — Sono tutti morti i 24 passeggeri “di alto profilo” che si trovavano a bordo di un elicottero della Shree Airlines precipitato sabato sulle montagne del Nepal. I resti del velivolo di fabbricazione russa sarebbero stati ritrovati a due chilometri a sud ovest di Ghunsa nel distretto di Taplejung insieme ai corpi delle vittime. Lo riferisce l’agenzia nepalese Kantipur.

A bordo dell’ elicottero c’erano alte personalità del governo e delle istituzioni nepalesi. Tra cui il ministro delle Foreste Gopal Rai, il direttore generale del Dipartimento nazionale dei parchi e della difesa dell’ambiente, Narayan Poudel, il direttore generale del dipartimento delle foreste Sharad Rai.
 
Sul velivolo anche numerosi rappresentanti Wwf: Jill Bowling e Jennifer Headley del Wwf inglese, Mingma Norbu Sherpa e Matthew Prece del Wwf americano e Chandra Gurung, Harka Gurung, Tirtha Man Maskey del WWF Nepal. Il resto dell’equipaggio era formato da funzionari internazionali e rappresentanti dei mass media.
 
“Con questa tragedia è stato decapitato il vertice dell’ambientalismo nepalese” ha commentato il presidente del Comitato Ev-K²-CNR Agostino Da Polenza che da anni collaborava con molte delle vittime nello sviluppo di progetti di ricerca scientifica e ambientale.
 
La missione nepalese era di ritorno da Taplejung, dove si era tenuta la cerimonia del passaggio di gestione della Kanchanjunga Conservation Area alla comunità locale.
 
Ancora incerte le cause della tragedia. Secondo le prime ricostruzioni l’elicottero della Shree Airlines era decollato alle 11.30 di sabato mattina diretto a Suketar. Pochi minuti dopo il decollo si sono persi tutti i contatti con il velivolo. Alcuni Sherpa del luogo hanno dichiarato alle autorità di aver udito un rumore molto forte poco dopo la partenza.
 
I rottami dell’elicottero, un chopper MI-172 sono stati trovati in un profondo canalone insieme ad alcuni corpi di cui non è stato possibile ottenere il riconoscimento. I soccorsi sono stati ostacolati dal forte maltempo che da venerdì imperversa sul Nepal Orientale.
 
Il ritrovamento dei resti del velivolo è avvenuto infatti solo oggi, ad opera di una squadra di soccorso composta da membri dell’esercito nepalese, dell’Himalayan Rescue Association e alcuni civili. Stando a quanto riportato dalla National Television Station Nepal Television, per ora sarebbero stati identificati solo i resti del personale di bordo.
 
 
 
Elenco completo dell’equipaggio e dei passeggeri:
Gopal Rai, State Minister for Forests and Soil Conservation
his wife Dr Damodar Parajuli, acting secretary at the Ministry of Forests and Soil Conservation
Narayan Poudel, director general of Department of National Parks and Wildlife Conservation
Sharad Rai, director general of Department of Forests
Pauli Mustonnen, charge d’affaires, Finnish Embassy
Margaret Alexander, deputy director, USAID (American)
Bijnan Acharya, program specialist, USAID
Dr Jill Bowling, conservation director, WWF UK (Australian)
Jennifer Headley, coordinator, WWF UK, (Canadian)
Mingma Norbu Sherpa, managing director, EHEC, WWF US
Matthew Preece, program officer, WWF US (American)
Dr Chandra Gurung, country representative, WWF Nepal
Dr. Harka Gurung, advisor, WWF Nepal
Dr Tirtha Man Maskey, co-chair, AsRSG Yeshi Lama, WWF Nepal
Vijaya Shrestha, central member, FNCCI
Hem Raj Bhandari, journalist, Nepal Television
Sunil Singh, journalist, Nepal Television
Dawa Tshering, chairperson, KCAMC
Crew Klim Kim
Russian captain Valery Slafronov
crew member Mingma Sherpa
captain (Nepali) Tandu Shrestha
2 ac crew

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close