News

Fiume di fango sommerge un paese

immagine

PIAN SAN GIACOMO, Svizzera — Una grossa frana è caduta tra domenica e lunedì in Alta Mesolcina, nel Canton Ticino. A Pian San Giacomo lo smottamento causato dalle forti piogge ha riversato circa 30mila metri cubi di detriti e sassi sul paese, e la strada cantonale è stata inondata da un fiume di fango lungo 70 metri e alto uno.

Una stima precisa dei danni ancora non è stata fatta, ma anche solo uno sguardo al paese di Pian San Giacomo è sufficiente per capire che le cifre saranno considerevoli. Domenica sera infatti si è abbattuto nella zona dell’Alta Mesolcina, nel Canton Ticino, un violento nubifragio che ha fatto franare la montagna da cui si sono riversate enormi quantità di materiali.
 
Sulla strada cantonale si è riversato un immenso fiume di fango che ha ricoperto tutta la carreggiata per oltre 70 metri e per un metro di altezza. E’ franato circa 30 mila metri cubi di fango, detriti e sassi, che è colato poi a valle, fino alla località di Monda, quaranta metri più in basso.
 
Si contano i danni poi anche in diverse abitazioni di vacanzieri e residenti. I Vigili del fuoco hanno fatto evacuare una dozzina di persone, mentre due di loro sono state tratte in salvo dagli elicotteri della Rega.
 
Secondo le autorità la situazione ora sarebbe sotto controllo e gli abitanti delle case dovrebbero far ritorno a breve alle proprie abitazioni. I lavori di sgombero della strada cantonale dureranno invece da due a tre giorni.
 
 
Valentina d’Angella

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close