Turismo

Everest: summit sul turismo

immagine

KATHMANDU, Nepal — E’ protagonista il turismo d’alta quota oggi in Nepal. In particolare quello – sempre in crescita – nell’area dell’Everest, con le relative implicazioni a livello di sicurezza, di investimenti e di gestione ambientale. Se ne discuterà al terzo meeting del "Sagarmatha Tourism Coordination Forum", organizzato nella giornata di oggi a Kathmandu nell’ambito dell’Hindu Kush Karakorum Himalaya Partnership Project.

Il meeting, organizzato dal Department of National Parks and Wildlife Conservation e dal Nepal Tourism Board con il supporto dei fautori del progetto Hkkh: Iucn Nepal, Icimod, EvK2Cnr e Cesvi.
 
I principali temi di discussione saranno l’utilizzo delle quote versate dagli alpinisti alla Nepal Mountaineering Association per l’acquisto dei permessi di salita sulle montagna himalayane. La sicurezza in alta quota, in relazione all’allarme lanciato dall’Himalayan Rescue Association. Lo smaltimento dei rifiuti e la creazione del Tourism Information Management System, promosso dall’associazione delle agenzie di viaggio nepalesi. E le politiche governative sull’aviazione civile nepalese.
 
I rappresentanti del progetto di partnership HKKH presenteranno i risultati delle diverse attività condotte nell’ultimo anno, fra cui gli esiti di un’importante ricerca sul turismo condotta nel Sagarmatha National Park e nelle zone limitrofe (buffer zone), che servirà a definire i modelli di gestione del parco.
 
Il meeting, evento previsto nel Sagarmatha National Park Management and Tourism Plan, riunirà ben 125 esperti internazionali. Ogni anno, viene fatto il punto dello sviluppo turistico di una delle aree più belle e fragili del mondo, di cui vanno preservati ambiente, tradizioni e culture locali.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close