Alpinismo

Piantoni: dopo lo Spantik, i Gasherbrum

immagine

SKARDU, Pakistan — Pronti ad una nuova avventura. Gli alpinisti bergamaschi Roby Piantoni e Marco Astori, dopo il successo agguantato in velocità sullo Spantik Peak, cima pakistana di 7.027 metri, ora si preparano ad entrare nel cuore della spedizione "100 giorni in Karakorum". E a tentare, per il secondo anno consecutivo, il concatenamento dei Gasherbrum.

Piantoni e Astori sono saliti sullo Spantik dalla cresta Sud-Est nella notte tra il 17 e il 18 maggio dopo diverse ore di scalata su passaggi impegnativi e parecchia neve fresca: sono stati i primi della stagione a toccarne la vetta. E la discesa non è stata delle più semplici.
 
"Di ritorno dalla cima – racconta Piantoni -, il vento aveva completamente cancellato la nostra traccia. Di nuovo terreno vergine! Di nuovo batter traccia in quel plateau infinito. Lì ho pensato a Cristoforo Colombo, per lui si doveva essere stata eterna: mesi e mesi a sperare di vedere terra…"
 
In questi giorni si trovano a Skardu e stanno organizzando il trekking verso il campo base dei Gasherbrum, dove i due alpinisti vogliono riprendere il progetto della traversata dei due colossi del Karakorum interrotto l’anno scorso.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close