Alpinismo

Everest, salvato l’alpinista accecato

immagine

KATHMANDU, Nepal — E’ sano e salvo Mike Browder, capo della spedizione Summit Climb, accecato dalla neve sull’anticima dell’Everest. Gli sherpa che erano con lui sono riusciti a portarlo in salvo al campo base.

Il salvataggio di Browder non è stato affato semplice. L’alpinista americano era stato l’ultimo a toccare la vetta della montagna più alta del mondo. Si è trovato in difficoltà all’inizio della discesa, ad oltre ottomila metri, per una grave oftalmia.
 
Non poteva contare sull’aiuto di nessuno tranne che dei suoi due sherpa, perchè la montagna era ormai praticamente deserta. Ma Pasang e Lakpa Sherpa sono stati encomiabili.
 
Hanno soccorso Browder e l’hanno riaccompagnato prima a campo 2 e poi al campo base, con il supporto di altri tre sherpa inviati sulla montagna dai compagni di spedizione. 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close