News

Eliski, dopo la valanga di Cesana il Piemonte promette più regole

TORINO — Torna alla ribalta il problema dell’eliski sulle Alpi dopo la valanga mortale che venerdì scorso ha ucciso una guida alpina italiana e uno sciatore francese sul Monte Terra Nera, nel piemontese. Sull’incidente è in corso un’inchiesta e la Regione Piemonte ha annunciato misure più severe sull’uso di elicotteri in quota per la prossima stagione.

Le due vittime erano salite per fare eliski, e sono state travolte da un fronte di 200 metri e trascinati a valle per circa mille metri, una caduta in cui nemmeno gli airbag hanno potuto far nulla. Gli elicotteri, decollati dalla pista di Sestriere, stavano portando in quota un gruppo per l’eliski e proprio il pilota ha dato l’allarme quando si è accorto dell’enorme distacco.

Vento forte e recenti nevicate hanno sicuramente influito sul tragico incidente, ma la domanda che si stanno ponendo le autorità in questo momento è se la slavina possa essere stata innescata dal movimento degli elicotteri o dagli sciatori: per questo è in corso una perizia sui filmati e sul pendio.

A prescindere da queste colpe, comunque, la questione eliski che nelle ultime settimane è stata oggetto di una forte polemica, è arrivata sui tavoli della regione, che si è preposta l’obiettivo di una maggior regolamentazione di questa pratica entro pochi mesi.

“In Piemonte l’uso dell’elicottero è già vietato in tutte le aree protette – ha detto l’assessore all’Ambiente Alberto Valmaggia alla stampa -. Per il resto del territorio dobbiamo valutare. Al momento sul tema le opinioni sono divise. Ma in generale credo ci siano luoghi e periodi nei quali l’eliski è accettabile, senza problemi di sicurezza e senza danni per l’ambiente, e altre zone nelle quali non è pensabile consentire il servizio”.

Nel frattempo le associazioni che si schierano contro l’eliski hanno organizzato una manifestazione contro la pratica sportiva.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close