Cronaca

Gran Paradiso, notte in truna per due scialpinisti disorientati dal buio

VALSAVARENCHE, Aosta — Brutta avventura per due scialpinisti – uno italiano e uno spagnolo – sul massiccio del Gran Paradiso. Durante una escursione al Vallone del Grand Etret hanno perso l’orientamento e hanno chiamato i soccorsi, ma data l’ora tarda hanno dovuto trascorrere la notte all’addiaccio aspettando le condizioni perchè potesse partire l’operazione di recupero.

Partiti dal Rifugio Emanuele, secondo le ricostruzioni i due sono rimasti bloccati quando è scesa la sera, a quota 2.800 metri, nella zona della becca di Monciair. Col calar del buio non riuscivano più a orientarsi. Quando hanno chiamato i soccorsi, intorno alle 19, hanno detto di essere buone condizioni ed equipaggiati per trascorrere la notte all’addiaccio.

Stamattina sono stati recuperati e le loro condizioni sembrano essere buone, fatta eccezione per un principio di congelamento alle dita di una mano per la donna.

“Ieri sera abbiamo ritenuto non opportuno mettere in moto le squadre di soccorso perché le condizioni erano delicate dal punto di vista del pericolo valanghe” ha spiegato Adriano Favre, Direttore del Soccorso alpino valdostano, alla stampa.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close