News

Alpi, un morto e quattro feriti in Francia e Svizzera

SAINT-BON-TARENTAISE, Francia — Numerosi gli incidenti sulle Alpi durante il weekend, alcuni dei quali mortali. La maggior parte è dovuta al distacco di valanghe: ai tre morti sulle montagne italiane si sono aggiunti ieri quattro feriti in Francia e Svizzera. Uno speedrider è invece deceduto in Val d’Isère dopo aver urtato contro alcune rocce.

L’incidente mortale si è verificato nel pomeriggio di ieri nei pressi di Fornet, in Val-d’Isère. Dalle prime informazioni fornite dal Crs, i soccorritori hanno trovato uno speedrider privo di vita dopo essersi schiantato contro una barra rocciosa. Le autorità hanno aperto un’inchiesta per determinare l’esatta dinamica dell’incidente occorso al 41enne.

A poca distanza, nel massiccio degli Écrins, sei sciatori che praticavano fuori pista sul col de Bal (2601 metri) hanno “attivato” una valanga a circa 2500 metri di quota. Tre di loro sono stati trascinati per decine di metri. Uno è riuscito a riemergere da solo, mentre gli altri due sono stati individuati grazie al dispositivo Artva ed estratti dalla neve dai compagni e dai soccorritori giunti sul posto. Tutti e tre sono stati trasportati all’ospedale di Briançon con un principio di ipotermia e diverse fratture.

Piz Nair (Photo Roland Zumbühl courtesy of Wikimedia Commons)
Piz Nair (Photo Roland Zumbühl courtesy of Wikimedia Commons)

Incidente simile sempre ieri pomeriggio per due sciatori tedeschi che praticavano fuori pista sulle montagne svizzere di Sankt Moritz. I due stavano scendendo dalla cima del Piz Nair (3057 metri), lungo il versante meridionale, ma, dopo poche decine di metri, una valanga li ha travolti. Uno di loro è rimasto completamente sepolto, mentre il compagno è stato avvistato da un terzo sciatore che lo ha estratto e ha dato l’allarme.

I soccorritori giunti sul posto hanno iniziato le ricerche, ma il 51enne sepolto non aveva con sè il dispositivo Artva. É stato ritrovato ed estratto solo dopo un’ora ed elitrasportato immediatamente all’ospedale di Coira dov’è ricoverato in gravi condizioni.

Tags

Articoli correlati

Un commento

  1. ma qualcuno sta facendo la conta dei morti?
    vogliamo fare qualcosa ? o vogliamo trasformare la montagna in un grande cimitero?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close