News

Svizzera, rubati capolavori impressionisti

ZURIGO — Un furto da 66 milioni di euro e naturalmente, una perdita inestimabile per il patrimonio culturale mondiale. Sono stati rubati da un museo di Zurigo ieri pomeriggio alcuni capolavori dei più grandi impressionisti europei: Van Gogh, Monet, Cezanne. E ora è caccia ai ladri.

La polizia cantonale di Zurigo lo ha reso noto questa mattina, appena pochi minuti fa: alcuni dipinti di Van Gogh, Monet, Cezanne e Degas sono spariti ieri pomeriggio da un museo della città elvetica. Si tratta di capolavori di alcuni tra i più noti pittori dell’arte moderna occidentale: una perdita enorme dunque, da tutti i punti di vista.
  
A livello economico è stato stimato di 66 milioni di euro il valore complessivo delle opere. In un’ottica culturale invece, i quadri non hanno prezzo: in quanto unici, i capolavori sono insostituibili monumenti artistici.
   
Un brutto colpo insomma per le autorità elvetiche, che già nei giorni scorsi si erano viste portare via altre grandi opere d’arte. Due oli di Picasso del valore di circa tre milioni di euro, erano infatti stati rubati da una mostra nel centro culturale di Pfaeffikon, cittadina a una decina di chilometri da Zurigo.
 
Le indagini sono dunque in pieno svolgimento: nelle prossime ore la polizia cantonale terrà una conferenza stampa in cui riferirà sull’accaduto.
 
 
Valentina d’Angella
 
 
 
Valentina d’Angella

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close