• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Cronaca

Grandes Jorasses, allerta sulla via normale: pericolo di crolli dal seracco Whymper

whymper-Photo-courtesy-www.fondazionemontagnasicura.org_-300x174.jpg
Seracco whymper (Photo courtesy www.fondazionemontagnasicura.org)
Seracco whymper (Photo courtesy www.fondazionemontagnasicura.org)

AOSTA — Massima attenzione sulla via normale delle Grandes Jorasses. La Fondazione Montagna Sicura ha emesso un comunicato secondo il quale stanno aumentando i distacchi di ghiaccio dalla parete frontale del seracco Whymper, mettendo a rischio il passaggio sulla via normale della montagna.

“Il monitoraggio in atto sul seracco delle Grandes Jorasses (seracco Whymper) – si legge nella nota della Fondazione – ha evidenziato, nell’ultimo periodo, un aumento della frequenza di distacchi di ghiaccio dalla parete frontale. La via normale alle Grandes Jorasses potrebbe pertanto presentare una maggiore pericolosità”.

Le Grandes Jorasses, la cui cima più elevata è la celebre Punta Walker (4.208 m s.l.m), fanno parte del massiccio del Monte Bianco. La via normale alla punta Walker sale dal versante sud-ovest partendo dalla località Planpincieux di Courmayeur e passando dal Rifugio Boccalatte, uno dei primi rifugi sul versante italiano del massiccio del Monte Bianco.

Il seracco Whymper è stato protagonista, nella storia, di diversi crolli e anche di eventi tragici. Forse responsabile della catastrofica valanga del dicembre 1952, sicuramente fu la causa del crollo di ben 80mila metri cubi che nel 1993 uccise 8 alpinisti. Nel 1998 crollò l’intero ghiacciaio sospeso con un volume di 150mila metri cubi e da allora il politecnico Eht di Zurigo lo tiene sotto monitoraggio.

Nel 2009 il sindaco di Courmayeur aveva vietato il transito sul sentiero di accesso al rifugio Boccalatte e sulle vie alpinistiche sottostanti il ghiacciaio Whymper proprio a seguito di un allerta.

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.