• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
News

Prodotti tipici, sport e cultura: a Courmayeur si parla di identità alpina

Cultura-alpina-focus-a-Courmayeur-photo-Archivio-CSC-Courmayeur-300x225.jpg
Cultura alpina, focus a Courmayeur (photo  Archivio CSC Courmayeur)
Cultura alpina, focus a Courmayeur (photo Archivio CSC Courmayeur)

COURMAYEUR, Aosta — Da migliaia di anni l’uomo abita le Alpi, ambiente aspro e selvaggio che ha contribuito alla nascita di una vera e propria cultura alpina, con caratteristiche uniche. Il prossimo sabato 6 settembre sarà una data da segnare sul calendario: Courmayeur, nel cuore del massiccio del Monte Bianco, sarà al centro di un’attenzione particolare, diventando la meta ideale di tutti coloro che desiderano approfondire le mille anime dell’identità alpina e valdostana. Un percorso molto articolato attraverso la cultura, l’enogastronomia, il rapporto con la montagna, le peculiarità linguistiche che caratterizzano la Valle d’Aosta.

Per tutto il giorno residenti e turisti saranno invitati a scoprire gli appuntamenti e le manifestazioni in programma: due eventi inseriti nel ciclo “Le delizie e le virtù della Valle d’Aosta”, ovvero ANCIperEXPO e Lo Matsòn, a cui si affiancano il Tor des Géants®, endurance trail della Valle d’Aosta e la Fête valdôtaine et internationale des Patois.

In vista dell’Expo 2015 di Milano, Courmayeur sarà protagonista di ANCIperEXPO, un’iniziativa che coinvolgerà ogni regione d’Italia per diffondere i temi dell’Esposizione Universale nelle piazze dei comuni scelti dall’Anci, in accordo con gli Enti Locali, rappresentati in Valle d’Aosta dal Celva. I focus principali dell’evento di Courmayeur, a cui parteciperanno i rappresentanti di Expo 2015 e del Padiglione Italia, saranno la ricerca del limite umano, uno degli aspetti che caratterizza il rapporto tra l’uomo, la montagna e l’alimentazione, in linea con il fil rouge dell’Expo, ovvero “Nutrire il pianeta, energia per la vita”.

Courmayeur sarà la vetrina di una regione, la Valle d’Aosta, dove l’identità alpina è viva e costituisce una ricchezza culturale importante. Nel corso della giornata si alterneranno convegni, atelier e incontri su differenti tematiche, per coinvolgere un pubblico vasto ed eterogeneo. Chi pratica sport in montagna potrà trarre utili consigli e insegnamenti dal convegno dedicato all’alimentazione, lo sport e la salute, in programma in mattinata, mentre i più piccoli saranno invitati a scoprire i sapori genuini dei prodotti del territorio con gli atelier “Io mangio valdostano”: gli stessi ingredienti, a km zero, saranno reinterpretati dagli chef stellati che si esibiranno in un gustoso showcooking pomeridiano. Le Funivie del Monte Bianco, saranno ospiti della manifestazione per raccontare l’incredibile avventura de “Il cantiere tra le nuvole”, il progetto che porterà verso la realizzazione dei nuovi impianti.

A rappresentare la cultura alpina e valdostana quattro “testimonial” d’eccezione che si sono distinti nell’ambito dello sport in montagna: la guida alpina Hervé Barmasse e i fratelli Simone e Ivan Origone, recordman di sci di velocità. La quarta è la milanese Laura Corti, maratoneta e ambasciatrice di WE-Woman 4 Expo, una rete di donne, esponenti della cultura, dello sport, della società civile, dell’imprenditoria, mobilitate come volti della manifestazione. Laura Corti sarà inoltre in Valle d’Aosta, a settembre, per partecipare all’ultra trail Tor des Géants®, una sfida tra le più difficili al mondo.

La montagna non è solo un luogo fisico, ma un’esperienza sensoriale. I prodotti tipici valdostani racchiudono un patrimonio di sapori, aromi, profumi capaci di raccontare il rapporto millenario tra l’uomo e la montagna. Un’espressione della cultura alpina che passa attraverso il palato e arriva direttamente al cuore. Per tutto il giorno, dalle 9 alle 20, le vie del centro di Courmayeur ospiteranno Lo Matsòn, la tradizionale fiera enogastronomica che da anni, ogni estate, porta ai piedi del Monte Bianco il fior fiore dei prodotti del territorio della Valdigne: formaggi di latte bovino e caprino, yogurt, vini, salumi, confetture, miele e pane di segale che faranno capolino direttamente dai banchi dei produttori, che occuperanno una sessantina di postazioni.

Vivere la montagna a 360° significa conoscere la fatica e la soddisfazione che regala un paesaggio unico come quello alpino. Il 6 settembre sarà la vigilia del Tor des Géants®, il trail più duro al mondo, il “giro dei giganti” che cinge ad anello tutta la Valle d’Aosta. Courmayeur, partenza e traguardo della gara, è una delle capitali mondiali di questo sport, che permette di vivere una grande avventura nel cuore delle Alpi. Alle ore 18, al Jardin de l’Ange, verranno presentati ufficialmente i top runner della gara. Un momento emozionante, che permetterà al pubblico di salutare i campioni e magari di chiedere un autografo o un consiglio. Domenica 7 settembre, atleti di ogni nazionalità saranno sulla linea di partenza, in piazza Brocherel, pronti a correre 330 km in al massimo 7 giorni, con un dislivello di 24mila metri.

Infine, spazio a una delle espressioni più genuine della cultura alpina: la lingua. Il 6 settembre inizia la rassegna di due giorni dedicata all’VIII Fête valdôtaine et internationale des Patois, realizzata in collaborazione con il Centro di Studi francoprovenzale “René Willien”. Il ricco e articolato programma culmina con una cena itinerante in piazza Petigax e una festa con musica, balli e teatro al Jardin de l’Ange.

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.