• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Primo Piano, Sport

Olimpiadi invernali: Oslo, Pechino e Almaty le tre candidate per il 2022

cio-300x181.jpg
Bandiera olimpica (Photo courtesy of IOCmedia on Flickr)
Bandiera olimpica (Photo courtesy of IOCmedia on Flickr)

BERGAMO – Le Olimpiadi invernali del 2022 saranno a Oslo o a Pechino, oppure ad Almaty, in Kazakistan. Nei giorni scorsi il Comitato olimpico internazionale ha ufficializzato le tre candidature rimaste in lizza, dopo che le altre (Monaco, Stoccolma, Cracovia e Leopoli, in Ucraina) si erano ritirate strada facendo.

Entro gennaio 2015 dovranno essere consegnati i fascicoli di candidatura con le relative garanzie. La decisione definitiva verrà poi ufficializzata il 31 luglio 2015 all’assemblea del Cio a Kuala Lumpur, in Malesia.

Oslo, che ha già ospitato i Giochi invernali nel 1952, ha presentato la propria candidatura dopo un referendum nel quale il 52% dei cittadini ha votato a favore. In Norvegia le Olimpiadi invernali si sono tenute anche nel 1994, a Lillehammer. Il Comitato olimpico cinese ha scelto ancora Pechino dopo i giochi estivi del 2008. Per Almaty, la prima a presentare la propria candidatura, è una prima volta in assoluto. L’ultima ad essersi ritirata è stata a fine giugno Leopoli, a causa della difficile situazione politica e sociale del Paese, con l’obiettivo di concentrarsi sui Giochi nel 2026. Le Olimpiadi invernali 2018 invernali si svolgeranno a Pyeongchang, in Corea del Sud.

Articolo precedenteArticolo successivo

1 Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.