News

Madonna di Campiglio museo alpinismo

immagine

MADONNA DI CAMPIGLIO, Trento — Scarponi chiodati, ramponi, picozze e moschettoni. Questo e tanto altro sarà esposto al nuovo museo dedicato alla storia dell’alpinismo, che aprirà nei prossimi giorni a Madonna di Campiglio.

Il progetto è stato realizzato con la collaborazione di Cesare Maestri e alla sua equipe formata da 26 guide alpine. Grazie al loro lavora il glorioso passato dell’alpinismo è stato riportato in vita.
 
Nelle numerose bacheche del museo, allestito in una sala dello chalet "Laghetto", troviamo di tutto. Tantissime le foto d’epoca e i ritagli di giornale che immortalano le imprese dei pionieri dell’alpinismo. Non solo. Saranno a disposizione anche i video con le biografie delle giude rendenesi.
 
Un area del museo è dedicata a tutte le famiglie memorabili di Campiglio, che con le loro imprese hanno contribiuito a creare la storia di questo incantevole territorio. Tanti anche i personaggi affascinanti che si incontrano, come la principessa Sissi, che ha soggiornato a Campiglio nel 1889 e nel 1894.
 
Insomma, se si vuol conoscere meglio le tradizioni, la storia, le leggende, i ricordi e la magia che si nascondono dietro questo paese non resta che visitare il "Museo delle guide alpine e delle genti di Madonna di Campiglio", che rimarrà a disposizione dei turisti per tutta la stagione invernale.
 
Inoltre, l’anno prossimo è previsto un ampliamento del museo con un’ulteriore area dedicata ad alcuni personaggi che hanno dato lustro alle comunità di Madonna di Campiglio e Pinzolo.
 
Elisabetta Moretti

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close