• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Arrampicata

El Cap, 7 vie in 7 giorni per Alex Honnold e David Allfrey

10369460_515762848552897_217055163_n-300x300.jpg
Alex Honnold, a sinistra, e Dave Allfrey, a destra, durante la loro settimana a El Capitan (Photo Dave Allfrey courtesy of instagram.com/daveallfrey)
Alex Honnold, a sinistra, e Dave Allfrey, a destra, durante la loro settimana a El Capitan (Photo Dave Allfrey courtesy of instagram.com/daveallfrey)

FRESNO, California — Una via di El Capitan al giorno toglie il medico di torno? Vedremo se sarà così per Alex Honnold e David Allfrey che hanno affrontato 7 vie del noto sito di arrampicata in 7 giorni, ovvero una linea diversa ogni giorno per sette giorni consecutivi. I due climber statunitensi hanno inoltre segnato record di velocità su 4 dei tracciati scelti per la loro “sfida”.

Sfida che è stata pensata da David “Dave” Allfrey il quale ha dichiarato a Rock and Ice: “Ho avuto l’idea dopo aver parlato con Ammon McNeely e Ivo Ninov, circa sette anni fa.” Allfrey ha poi proposto ad Alex Honnold di accompagnarlo e il fortissimo climber ha accettato immediatamente. “Non pensavo sarebbe stata dura in realtà, – ha detto Honnold a Rock and Ice – e invece si è rivelata abbastanza difficile”

Tutto è iniziato il 2 giugno, alle 4:30 del mattino, con New Jersey Turnpike, sulla parete sud-est. Allfrey e Honnold hanno dichiarato di aver accusato un po’ di fatica a trovare il ritmo, ma hanno comunque completato la linea in 12 ore e 24 minuti, migliorando il precedente record di velocità di oltre un’ora e mezza. Record di velocità segnati anche nei due giorni successivi su Tangerine Trip ed Eagle’s Way, rispettivamente in 9 ore e 28 minuti e 7 ore e 56 minuti.

Allfrey e Honnold su Eagle's Way (Photo courtesy of ElCapReports)
Allfrey e Honnold su Eagle’s Way (Photo courtesy of ElCapReports)

Dopo tre giorni la routine dei due climbers si era oramai consolidata: sveglia attorno alle 4 del mattino per evitare la calura estiva, arrampicata da terminare entro il primo pomeriggio quando il sole è più caldo e a letto attorno alle 19:30. La quarta via è stata la più conosciuta di El Cap, il Nose, salito in 5 ore e 16 minuti. Il giorno successivo è toccato a Lurking Fear, difficoltà 8a sulla parete sud-ovest, salita in 5 ore e 5 minuti. Stesso tempo per la penultima linea, Zodiac, nota 8b della parete sud-est.

Domenica 8 giugno è toccato all’ultima delle 7 vie, Triple Direct, una 8b della parete sud-ovest di El Cap. Per concludere in bellezza Allfrey e Honnold hanno segnato un ulteriore record di velocità, completando la linea in 5 ore e 15 minuti.

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.