Turismo

Crescita record del turismo in Alto Adige

immagine

BOLZANO — Vola, eccome, il turismo in Alto Adige. Secondo i dati resi noti in questi giorni dall’Istituto statistico provinciale Astat, nel mese di luglio del 2007 si è raggiunto il miglior risultato degli ultimi 10 anni, con un incremento dell’8 per cento rispetto all’anno precedente.   

Le chiavi del successo dell’Alto Adige sono presto dette. Primo, un ambiente molto ben conservato, anche a costo di limitare rigorosamente le presenze per non intaccare la natura (all’Alpe di Siusi, per esempio, si accede in auto solo se si ha la prenotazione confermata dall’albergo, altrimenti nisba).
 
E poi la qualità delle strutture alberghiere e dell’accoglienza. Da quelle parti, in genere, si mangia molto bene (prodotti tipici). La qualità del servizio è assicurata con teutonica precisione. E, dulcis in fundo, sono molte le strutture dotate di centri fitness, Spa, benessere e quant’altro. Il che è una valida alternativa alla tipica giornata sugli sci d’inverno, o alla passeggiate d’estate.  
 
Insomma, in Alto Adige sanno fare turismo. Alla faccia di chi sostiene che la montagna non attira. E i numeri, anche nella passata stagione, hanno dato ragione agli altoatesini. Anche il mese di agosto ha confermato il trend positivo della stagione estiva 2007, segnalando un incremento dell’1,3 per cento nelle presenze dei turisti. 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close