AlpinismoAlta quota

Kangchenjunga, Bielecki e Txikon per un nuovo tentativo da nord


Kangchenjunga Nord - alpinisti al campo base (foto Alex Txikon)
Kangchenjunga Nord – alpinisti al campo base (foto Alex Txikon)

KATHMANDU, Nepal — Mentre molte spedizioni sul versante meridionale del Kangchenjunga sono già in fase di rientro, sul lato nord Denis Urubko, Adam Bielecki, Alex Txikon, Dmitri Sinev e Artem Braun si trovano ancora al campo base a decidere come impiegare questi ultimi giorni di maggio a loro disposizione. Bielecki e Txikon stanno pensando di riprovare ad andare in cima seguendo la stessa via attrezzata nelle scorse settimane. I due russi invece, Braun e Sinev starebbero valutando se tentare dalla via normale.

In questo momento gli alpinisti sono tutti al campo base, a riposare ed eventualmente a recuperare le forze per tornare sulla montagna. Il clima è rilassato e positivo, soprattutto di festa per quel che riguarda Denis Urubko, unico il 19 maggio ad andare in vetta dalla parete nord. E’ lui a parlare dei programmi per i prossimi giorni dalla sua pagina facebook.

Dopo i saluti e i ringraziamenti per il caloroso supporto e le telefonate ricevute – tra cui quella di Piotr Pustelnik, che Urubko definisce “da sempre un mio idolo” – il kazako annuncia come proseguirà da qui alla fine di maggio la loro spedizione.

“Da alpinista sono esausto e soddisfatto – scrive -. Abbiamo fatto una salita difficile, tra i 6000 e i 7050 metri abbiamo aperto una nuova via. La squadra ha lavorato molto bene. Ma solo io sono riuscito a salire in cima; Alex, Dmitri e Adam hanno dovuto ritirarsi a 8350 metri. Alex ha un dito del piede congelato, Sinev una falange gonfia, Adam è molto stanco. E adesso…Dmitri e Artem vogliono cimentarsi sul lato sud della montagna lungo la via normale, Alex è in un enorme dilemma, mentre Adam sta pensando anche a una solitaria della nostra via sul lato nord. Personalmente mi auguro che tutti concludano la spedizione in sicurezza e con soddisfazione”.

Denis Urubko in cima al Kangche da solo e da nord (Photo Denis Urubko  facebook)
Denis Urubko in cima al Kangche da solo e da nord (Photo Denis Urubko facebook)

Il “dilemma” che attanaglia Txikon è relativo al nuovo tentativo, che deciderà se compiere o no in base all’evoluzione del congelamento al dito del piede sinistro. “E’ lo stesso che è stato intaccato precisamente qui al Kangchenjunga nel 2009, dopo la discesa estrema con Edurne Pasaban, da allora ha avuto la tendenza a nuovi congelamenti – spiega Txikon sul suo blog. Le previsioni ad oggi prevedrebbero una nuova finestra di bel tempo per la prossima settimana e la via è ormai aperta.  “La parte più difficile è fatta – dice Txikon – sarebbe un peccato sprecare l’opportunità. Anche se non voglio rischiare le dita”.

Non sembra avere dubbi invece Bielecki che proverebbe un attacco di vetta anche in solitaria. “Con un eccellente acclimatamento e la conoscenza della via dovrebbe essere ‘facile’, naturalmente voglio provare, ci ho messo tanto lavoro e cuore” – scrive sulla sua pagina facebook.

La via salita dalla spedizione sul versante nord è stata una variante di quella Britannica che, come tutte le altre finora aperte su quel lato dell’ottomila, sale sulla sinistra della parete. Inizialmente invece Urubko e compagni avevano espresso l’intenzione di aprire una nuova via che passasse al centro o a destra. L’obiettivo è stato però abbandonato per via delle condizioni troppo pericolose. Sarebbe stata una “roulette russa”, secondo la definizione di Txikon, che spiega che la via che avrebbero voluto percorrere, passa in mezzo a seracchi pensili, pertanto sarebbero stati costantemente a rischio di crolli e valanghe.

“Da quando siamo arrivati al campo base – spiega infatti il basco sul blog -, abbiamo osservato da vicino la parete e in particolare l’area in cui avremmo voluto aprire la nuova via e abbiamo visto che è molto pericoloso. Questo anno almeno. E’ un peccato perché la via è bellissima. Magari un altro anno…”.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close