News

Messico, decapitato poliziotto corrotto

immagine

CHILPANCINGO, Messico — Nessuna pietà per chi prende le tangenti. La pensano così i sequestratori messicani di un agente di polizia nello stato montuoso di Guerrero: l’uomo è stato decapitato e la sua testa è sventolata davanti al pubblico.

Si chiamava Ignacio Soria ed era un agente di polizia di Chilpancingo, nello Stato di Guerrero. Mercoledì scorso era stato rapito da un gruppo di sequestratori, perchè accusato di aver preso tangenti. La sua disavventura è finita male.
  
L’uomo è stato decapitato e la sua testa è stata fatta trovare a Taxco, una delle più importanti città del sud del Messico. I sequestratori inoltre, hanno lasciato un messaggio: chi ruba paga, e con la vita. Questa è la fine che faranno tanti altri agenti.
   
Il capo della polizia di Guerrero, Erit Montufar, ha promesso il massimo impegno per fermare i feroci "giustizieri".
 
 
 
Valentina d’Angella

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close