Pareti

Courmayeur e Chamonix, cominciano domani i Piolet d’Or

Piolet d'Or 2014
Piolet d’Or 2014

COURMAYEUR, Aosta — Tutto pronto sui versanti italiano e francese del Monte Bianco per accogliere la 22esima edizione degli “oscar dell’alpinismo”. Da domani 26 marzo fino a sabato 29 si terranno infatti i Piolet d’Or: tra i tanti appuntamenti in programma, una serata in ricordo di Erhard Loretan, un incontro con Erri De Luca, e sessioni dedicate ai film e ai libri di montagna. Poi naturalmente il grande alpinismo, con i protagonisti delle 5 imprese dell’anno passato.

Il primo appuntamento in programma domani si svolgerà alle 21 a Chamonix al Cinema Vox, con la serata in memoria di Loretan, terzo uomo ad aver conquistato le 14 cime che superano gli 8.000 metri. Verrà proiettato il film “Erhard Loretan, respirer l’odeur du ciel”; il costo del biglietto d’ingresso è di 5 euro.

Il giorno dopo sempre a Chamonix, a Le Majestic alle 20:30 verranno presentate le spedizioni e degli alpinisti nominati ai Piolet d’Or 2014. In parallelo a Courmayeur al Jardin de l’Ange alle 21 si terrà la serata “Considero valore”: una conversazione tra Vinicio Steffanello ed Erri de Luca – scrittore, arrampicatore e membro della giuria di quest’anno – con performance musicale di Alberto Visconti e Rémy Boniface del gruppo L’Orage. L’entrata è libera.

Venerdì 28 marzo a Chamonix, alle 14.30, verranno proiettati film e alle 17 verranno presentati alcuni libri di montagna. Infine alle 18 si terrà l’incontro con gli alpinisti protagonisti dei Piolets d’Or 2014, e dalle 20.30 quello con John Roskelley, Piolet d’Or Carrière 2014. Verranno presentati i membri della giuria: George Lowe, Catherine Destivelle, Karin Steinbach, Denis Urubko, Sung Muk Lim e Erri De Luca.

Infine sabato il gran finale a Courmayeur con la serata di consegna ufficiale dei premi al Cinema Palanoir: il Piolet d’Or alla Carriera – Premio Walter Bonatti all’alpinista americano John Roskelley e poi il Piolet d’Or all’impresa dell’anno 2013. In lizza per l’ambito piccozza d’oro ci sono quest’anno il K6 West dei canadesi Raphael Slawinski e Ian Welsted; il Kunyang Chhish East di Anthamatten e dei fratelli Auer; la nord ovest del Talung di Zdenek Hrudy e Marek Holecek; il Monte Laurens dello statunitense Mark Allen e del neozelandese Graham Zimmerman e naturalmente l’Annapurna di Ueli Steck. La prima ripetizione di quest’ultima salita, avvenuta a soli pochi giorni di distanza da quella di Steck ad opera dei francesi Stephane Benoist e Yannick Graziani, verrà premiata con una menzione speciale.

L’evento è a entrata libera.

Info www.pioletsdor.com

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close