Cronaca

Alpi Apuane, 35enne muore in una cava

immagine

MASSA CARRARA — Stava sistemando la rete elettrica che alimenta una cava nel comune di Massa Carrara, sulle Alpi Apuane, quando è scivolato ed è caduto in un dirupo. Un giovane imprenditore toscano è morto per i traumi della caduta. Oggi i funerali.

L’incidente è avvenuto lunedì sera. Gian Paolo Salini – 35 anni originario di Massa- era un imprenditore, sposato e padre di due figli. L’uomo ha perso la vita nella cava che da quattro mesi aveva acquistato con alcuni soci. La miniera si trova a Forno, un paese delle Alpi Apuane in provincia di Massa Carrara.
 
Aveva deciso di acquistare la cava per seguire le orme del padre, cavatore in pensione. Ma la caduta gli è stata fatale.
 
Non è il primo incidente che si verifica nelle miniere del Carrarese. Nel 2006 Andrea Giovari, un cavatore di 33 anni, era morto travolto da un blocco di marmo a Bettogli, sempre in provincia di Massa Carrara. Mentre ieri è morto un muratore nel centro di Forte dei Marmi.
 
Fabio Evangelisti, vicecapogruppo alla camera dell’Italia dei Valori, ha richiamato l’attenzione sulle condizioni del lavoro in Toscana, spronando la Regione a prendere provvedimenti a riguardo.
 
 
 
Candida Cereda
 
 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close