News

Valanga sull’Appennino Tosco-emiliano, un morto e un ferito grave

Intervento in valanga (Photo courtesy of Cnsas Veneto)
Intervento in valanga (Photo courtesy of Cnsas Veneto)

RAMISETO, Reggio Emilia — Tragedia ieri sull’Appennino Tosco-Emiliano dove due amici sono stati travolti da una valanga mentre sciavano sull’Alpe di Succiso (2017 metri). Il Soccorso Alpino e l’eliambulanza sono intervenuti sul luogo dell’incidente, ma solo uno degli uomini è stato estratto dalla neve ancora vivo e si trova tuttora in ospedale in condizioni critiche.

Secondo quanto riportano i giornali locali, due amici della provincia di Parma si erano recati ieri pomeriggio all’Alpe di Succiso, cima di 2017 metri che sorge in provincia di Reggio Emilia, vicino al confine con la Toscana. I due avevano con sè l’attrezzatura per lo sci alpinismo, ma anche sci e snowboard.

Poco dopo le 14 i due si trovavano in località Rio Pascolo, uno scendeva con lo snowboard e l’altro con gli sci, quando una valanga con un fronte di 150 metri per 100 metri di lunghezza si è staccata e li ha travolti. Altre persone presenti hanno dato l’allarme e sul posto sono arrivati il Soccorso Alpino Emilia Romagna (Saer) con unità di terra ed elicottero, due unità cinofile da valanga ed eliambulanza.

Grazie al dispositivo Artva indossato dai due sciatori, i soccorritori sono riusciti ad individuarli ed estrarli in pochi minuti. Uno è stato trovato privo di vita sotto oltre due metri di neve, mentre il compagno è stato estratto vivo, ma in gravi condizioni ed è tuttora ricoverato in prognosi riservata all’Ospedale Maggiore di Parma.

Successivamente sono arrivati sul luogo dell’incidente i carabinieri di Ramiseto e Castelnovo Monti, oltre ai vigili del fuoco e alla polizia provinciale, per le indagini. La Procura di Reggio Emilia ha infatti aperto un’inchiesta per chiarire le dinamiche dell’accaduto.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close