AlpinismoAlta quota

Travolti da valanga al Nanga Parbat, i polacchi arrivano a Gilgit

Pawel Dunaj (Photo Nanga Dream Facebook)
Pawel Dunaj (Photo Nanga Dream Facebook)

GILGIT, Pakistan — Sono in arrivo all’ospedale di Gilgit Pawel Dunaj e Michal Obrycki. I due polacchi, travolti sabato 8 marzo da una valanga sotto campo 1 della parete Rupal del Nanga Parbat, dopo giorni di attesa al campo base, sono stati infine recuperati via terra, dal momento che l’elicottero non poteva volare fino ai piedi del colosso pakistano.

“Pawel e Michal sono stati trasportati ieri a Skardu – informa questa mattina dalla sua pagina facebook Emilio Previtali, rientrato a casa da pochi giorni  come Simone Moro e David Göttler – e oggi, cinque giorni dopo l’incidente in valanga arrivano in ospedale a Gilgit per le prime cure necessarie”.

La valanga infatti, li aveva travolti e trascinati per circa 400 metri. Stando a quanto spiegava Simone Moro nei giorni scorsi, Obrycki ha riportato nell’incidente una brutta ferita alla gamba provocata dal rampone e la rottura del naso. Dunaj invece, si sarebbe rotto una mano e probabilmente una o più costole, che gli provocavano dolori a respirare.

“Sono un po’ ammaccati – aggiunge Previtali – e stanchi ma tengono botta. Pare inspiegabile ma c’è probabilmente una specie di sollievo e di euforia nell’idea di raggiungere finalmente l’ospedale e forse per questo, pensa tu, entrambi dicono di sentirsi un po’ meglio”.

 

 

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close