News

Ritrovato disperso in valanga a Valtournenche, non è morto con guida alpina

Valanga (Photo courtesy of Flickr/Wikimedia Commons)
Valanga (Photo courtesy of Flickr/Wikimedia Commons)

VALTOURNENCHE, Aosta — É stato ritrovato sabato mattina il corpo senza vita dello scialpinista francese disperso da giovedì in Valtournenche. La salma del 48enne è stata ritrovata sotto un metro e mezzo di neve sul Bec de Nana, a circa un chilometro in linea d’aria dal luogo in cui è morta la guida alpina Simona Hosquet.

Secondo l’Ansa Valle d’Aosta, l’uomo si trovava in Valle d’Aosta con la moglie e giovedì si era recato in auto fino a Cheneil, frazione di Valtournenche. Da qui è partito per un’escursione scialpinistica sulle cime tra la Valtournenche e la Val d’Ayas. Al mancato ritorno del coniuge, la donna ha tentato di contattarlo fino al mattino di venerdì in cui ha dato l’allarme.

I soccorritori sono stati ostacolati dal maltempo e solo sabato mattina sono riusciti ad individuare la posizione dell’uomo grazie all’apparecchio Artva. Lo scialpinista era sepolto sotto un metro e mezzo di neve sul lato della Val d’Ayas del Bec de Nana (3010 metri).

Dalle prime ricostruzioni, la valanga che ha ucciso il 48enne francese sarebbe caduta quasi contemporaneamente a quella che ha ucciso la guida alpina Simona Hosquet, staccatasi a circa un chilometro in linea d’aria dal Bec de Nana.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close