Alpinismo

Ortles, ora si deve arrampicare

immagine

"Ho sentito dire che la via normale per salire all’Ortles si è complicata, e forse sono state tolte alcune corde fisse. E’ vero? E’ diventata più difficile rispetto a prima? Grazie per l’aiuto" Elisa.

Abbiamo sentito per voi Toni Stocker, guida alpina dell’Alto Adige.
 
"Negli ultimi anni il ghiacciaio si è abbassato – spiega Stocker – e la via normale che sale dal rifugio Payer in effetti è cambiata. E’ venuta fuori la roccia, e adesso in molti punti si deve arrampicare. Il più impegnativo si trova sopra il bivacco Lombardi, dove c’è un tratto di 10-12 metri di terzo grado, terzo superiore".
 
Prestare attenzione, quindi, alle proprie abilità su roccia. Su molte guide, infatti, la salita all’Ortles è ancora data con difficoltà di secondo grado.
 
"Quel tratto non è attrezzato con corde fisse – prosegue la guida alpina -. ci sono i chiodi per fare sicurezza, ma chi sale deve sapersi arrangiare manovrare con le proprie corde".
 
Per quanto riguarda le corde fisse che già si trovavano sulla via, Stocker ci spiega che "alcune sono state sostituite e rinnovate, ma nessuna è stata tolta. La variazione più evidente è che dove prima c’erano le corde fisse, ora c’è una catena di circa 60 metri sulla roccia, messa proprio l’anno scorso".
 
Veniamo ora al grado di difficoltà della salita."Siamo stati sulla vetta proprio ieri – racconta Stocker – nei giorni scorsi ha nevicato molto e adesso la normale è buone in buone condizioni, percui non la definirei "difficile" anche se certamente è impegnativa. La valutazione, in generale, dipende però molto dalle temperature, da come proseguirà l’estate, e dalle condizioni meteo con cui si affronta l’ascesa. Perciò è assolutamente necessario informarsi bene sulle previsioni e sulle condizioni del tracciato, prima di partire".
 
L’Ortles (Ortler per gli altoatesini) è la più alta del gruppo Ortles Cevedale con i suoi 3.902 metri. Diverse sono le vie di salita: la via normale per il rifugio Payer, la via del Coston, e 4 itinerari in cresta, tutti alpinisticamente difficili (Hintergrat, Hochjochgrat, Marltgrat, Rothbockgrat).
 
Il rifugio Payer, sorge a 3.029 metri di quota e si raggiunge dal paese di Solda in circa 3 ore di cammino. Dal rifugio alla cima dell’Ortles, se la via è in buone condizioni, ci vogliono circa tre ore e mezza. La via passa dal Bivacco Lombardi (3.316 metri).
 
Per avere maggiori informazioni o aggiornamenti sulla via di salita, vi consigliamo di chiamare il rifugio Payer (spesso frequentato da guide alpine) al numero 0473-613010.
 
 
 
Visita la sezione Ghiaccio Sicuro di Montagna.tv

 
 
   
Si ricorda che "Ghiaccio sicuro" è un’iniziativa rivolta a dare notizie sulle variazioni strutturali degli itinerari dell’arco alpino. Le eventuali informazioni relative alle condizioni temporanee di innevamento, temperature, stato dei crepacci, traccia sulla neve, etc. sono da ritenersi valide solo al momento della pubblicazione della notizia e utilizzabili solo ed esclusivamente previa consultazione degli specifici bollettini e scrupolosa verifica personale con guide alpine, esperti e/o rifugisti. Gli Autori non si assumono alcuna responsabilità per l’utilizzo del materiale pubblicato o divulgato.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close